Lega Pro: Macalli rieletto Presidente per la quinta volta consecutiva


Classe 1937, eletto la prima volta nel 1997. Mario Macalli è stato riconfermato alla presidenza della Lega Pro per la quinta volta consecutiva, grazie ai 42 voti ottenuti contro i 26 conquistati dallo sfidante, il consigliere della Figc e capo delegazione della Nazionale Under 21, Gabriele Gravina.
Macalli, che aveva già ottenuto le rielezioni nel 2000, nel 2004 e nel 2008, non si è lasciato andare a parole di serena soddisfazione, ma anzi, al termine dell'assemblea delle società di Prima e Seconda Divisione, ha minacciato di rivolgersi alla Procura della Repubblica, dopo una campagna elettorale per nulla positiva:

Ho vinto contro il Palazzo? Non faccio dietrologie o politiche strane. Non lo so, può darsi che sia stato così. Qualche segnale, parecchi, li abbiamo avuti. Adesso tutti fanno finta di dimenticare ma adesso andremo alla Procura della Repubblica per vedere cosa è successo. Veniamo fuori da un confronto che non condivido. I confronti li condivido e sono auspicabili, ma sono più auspicabili quando sono corretti. Esco da questa situazione molto amareggiato perché quando si arriva a toccare certi tasti e si arriva a certe conclusioni allora non c'è confronto.


Parole contestate da Gravina il quale ha precisato che "il palazzo non si è assolutamente schierato con Gravina. Sia il presidente Abete che altri non hanno chiamato una società. Abete non ha preso parte a questa competizione per sua scelta e io non gliel'ho chiesto".
Anzi, è stato lo stesso Gravina ad spingersi in velenosi commenti affermando che "piuttosto, sono io che mi devo lamentare" perché "Uno contro tutti si gioca male":

Gravina si è dovuto rimboccare le maniche, senza struttura. Bisogna avere la capacità di autosospendersi, non è giusto, non è corretto, non è equa la competizione dove si utilizza la struttura per fare campagna elettorale. A Mario Macalli faccio un in bocca al lupo e se avrà voglia di non disperdere il valore di queste 26 società che hanno scelto Gravina io sarò sempre a disposizione di questa Lega come ho sempre fatto.

Per quanto riguarda il prossimo futuro Macalli, che è anche - il riferimento di Gravina è a questo incarico - vice presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha spiegato - in maniera un po' vaga - che l'obiettivo che si pone in questo nuovo mandato è "quello di cercare di alleviare i problemi che hanno le società e operare nell'interesse loro".

Per la cronaca ricordiamo che l'assemblea elettiva per la Figc si terrà, con tutta probabilità, il 14 gennaio 2013 e che nelle scorse ore Carlo Tavecchio è stato riconfermato all'unanimità presidente della Lega Nazionale Dilettanti.

  • shares
  • Mail