Roma, James Pallotta frena le voci su De Rossi: "Nessuna intenzione di venderlo"

Nonostante un parziale riavvicinamento di questi giorni dopo gli screzi che hanno caratterizzato questa prima parte di stagione, la probabile partenza di Daniele De Rossi, mai pienamente in sintonia con l'allenatore Zdenek Zeman, resta sempre un argomento caldo in casa Roma.

Questa volta, ad intervenire direttamente sulla questione, ci ha pensato il presidente della società capitolina, James Pallotta. In una serie di dichiarazioni pubblicate da La Gazzetta dello Sport, Pallotta ha affermato categoricamente che la Roma non si priverà di Capitan Futuro:

Non abbiamo alcuna intenzione di cedere De Rossi. Non abbiamo ricevuto alcuna proposta e non siamo in contatto con altri club.

Per il centrocampista della Roma, oltre alle soliti ipotesi Paris Saint-Germain e Manchester City, si era anche parlato di un irrealizzabile passaggio al Milan, subito smentito dall'amministratore delegato dei rossoneri, Adriano Galliani.

Le parole di James Pallotta sono state subito condivise da Franco Baldini, direttore generale della Roma, che ha rafforzato il concetto con queste affermazioni:

Il presidente si è divertito molto nel leggere stamattina a quante squadre l'avevamo venduto. Come ho sempre detto, non c'è alcuna intenzione di cedere De Rossi.

Tornando al campionato della Roma, con il Chievo che durante l'ultima giornata in Serie A ha interrotto la convincente serie di vittorie dei giallorossi, il presidente James Pallotta non nasconde di puntare ad un posto in Champions League, manifestazione in cui la Roma non partecipa dalla stagione 2010/11. Queste sono le dichiarazioni a riguardo:

L'intenzione è di arrivare in Champions League e saremmo dispiaciuti se non dovesse succedere quest'anno o la prossima stagione. Tra gli obiettivi per la prossima stagione c'è sicuramente quello di creare una buona squadra da qui ai prossimi 10 anni.

Per quanto riguarda, invece, l'obiettivo scudetto, Pallotta per ora si pone un limite di cinque anni di attesa:

Mi piacerebbe sapere esattamente quando vinceremo il primo scudetto americano, purtroppo non conosco esattamente la risposta. Magari capiterà entro i prossimi cinque anni. Abbiamo comunque imboccato la strada giusta con i giovani e stiamo migliorando.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail