Cessione a gennaio per Zarate? Petkovic: "Si è fatto fuori da solo"

Alla vigilia di Lazio - Siena di Coppa Italia (oggi, ore 15.00) il tecnico dei baincocelesti, Vladimir Petkovic, ha praticamente dato il benservito a Mauro Zarate. La parabola discendente dell'attaccante argentino sembra non arrestarsi mai e ormai Lotito aspetta solo di piazzarlo altrove per ricavare, almeno in parte, i soldi spesi per acquistarlo. In questa stagione, di rientro dal prestito all'Inter, Zarate ha giocato contro i modesti sloveni del Mura nel preliminare di Europa League, segnando un gol, e (male) nella partita casalinga persa contro il Genoa. Poi solo capricci, mancanza di umiltà e scarsa disponibilità nel mettersi al servizio della squadra, aspetto chiaramente evidenziato dall'allenatore bosniaco.

La Lazio ha raggiunto i sedicesimi di Europa League arrivando prima nel girone e in campionato sta facendo sognare i propri tifosi. Fattori che simboleggiano l'unità di intenti del gruppo laziale. I colleghi di Zarate, gli attaccanti meno utilizzati da Petkovic come Floccari, Kozak e Rocchi, lavorano e non fanno una piega anche sapendo di avere davanti un fuoriclasse come Miroslav Klose. Prima della partita vinta dai capitolini contro l'Inter Zarate ha preferito non rispondere alla convocazione.

Petkovic non gli darà un'altra chance: "Si è messo fuori da solo. Non ha risposto alla convocazione con l'Inter e domani non sarà della partita. Infortunato? No, si allena a parte". A gennaio Lotito cercherà di sfoltire la rosa per poter acquistare e rinforzare la squadra. Foggia, Carrizo, Sculli, Zauri e Stankevicius sono i maggiori indiziati per il calciomercato in uscita, oltre a Matuzalem già promesso al Genoa. E anche per Mauro Zarate il capoluogo ligure potrebbe diventare la sua nuova casa. Due mesi fa Enrico Preziosi, in uno scherzo telefonico fatto da Chiambretti, ha manifestato tutto il suo interesse per il calciatore argentino.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail