Sydney, Alessandro Del Piero contento della sua avventura: "L'Australia è la mia realtà"

Dal punto di vista dei risultati, il Sydney non sta andando propriamente bene: ultimo posto in classifica con soli 10 punti dopo 11 giornate, una sola vittoria conquistata nelle ultime 7 partite e derby contro il West Sydney perso in casa per 0-2 lo scorso 15 dicembre.

Se fosse accaduto in Italia, sarebbe stato messo in croce da tifosi e mass media, ma Alessandro Del Piero riesce a mantenere il sorriso perché è sinceramente contento della sua avventura australiana, intrapresa dopo aver fatto la storia della Juventus, anche al di là dei risultati.

In un'intervista concessa a Mediaset Premium, il n.10 degli Sky Blues è contento di questo suo nuovo capitolo della sua lunga carriera. Queste sono le sue principali dichiarazioni riportate da La Gazzetta dello Sport:

Finora posso dire che l'Australia è davvero un'isola felice e io sono contento di averla trovata. L'anno scorso non avrei mai pensato di trovarmi dove mi trovo ora, ma l'Australia adesso è la mia realtà, è il presente.

Alessandro Del Piero, oltre ad essere contento dal punto di vista calcistico, è felice anche per i cambiamenti che ha subito la sua vita quotidiana. Ora, il calciatore può tranquillamente fare cose ordinarie che a Torino, vista la sua grande popolarità, non poteva realizzare:

Rispetto all'Italia riesco a condurre una vita un po' più normale: posso fare una passeggiata in centro o andare a fare la spesa e, anche se devo dire che a Torino hanno sempre rispettato tutti la mia privacy, fare queste cose era un po' più difficile. Voglio affrontare questa nuova avventura e scoprire le opportunità che può offrire questa terra.

Parlando strettamente di calcio, invece, Del Piero avverte certamente meno pressioni, come ovvio che sia, e ci tiene a fare una precisazione riguardo le dimissioni dell'allenatore Ian Crook:

Il clima è molto più rilassato e non è vero che Ian Crook si sia dimesso perché pensava che allenare un giocatore come me fosse troppo stressante o difficile. Qui tutti hanno tantissima voglia di imparare e io sono orgoglioso e contento di poter insegnare quello che ho imparato in Italia.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail