Sfuma il Bari "americano": Tim Barton non paga


Tim Barton, il misterioso imprenditore texano che aveva concluso un accordo per rilevare il Bari da Vincenzo Matarrese, non ha onorato gli impegni presi. Nelle casse della famiglia Matarrese non è giunto nemmeno il misero milione di euro che costituiva la caparra per l'acquisto del club, così il Bari, attraverso un comunicato ufficiale, ha fatto sapere che la transazione può considerarsi ufficialmente sfumata.

Niente Bari versione USA quindi, nonostante i tifosi pugliesi si fossero già sbilanciati parecchio osannando Barton quando sbarcò in città per firmare con Matarrese e si fermò per assistere a Bari - Bologna in tribuna al fianco di quello che nel giro di pochi mesi sarebbe stato il vecchio presidente della società. In teoria a Gennaio Barton sarebbe divenuto a tutti gli effetti il proprietario della società e aveva già promesso, dopo la conquista della salvezza in questa stagione, di voler costruire un Bari competitivo per il futuro.

Qualche segnale poco confortante era già giunto nelle ultime settimane con il Bari disposto a concedere una proroga di 60 giorni per completare la due diligence (l'analisi del valore della società da parte dell'acquirente americano), ma aveva posto come condizione il pagamento dell'anticipo da 1 milioni di euro. Il mancato arrivo del bonifico ha fatto saltare tutto. Un altro bluff dopo il caso Tacopina - Bologna?

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: