Sorteggio Champions League, Juventus - Celtic, Nedved: "Trasferta dura, serve umiltà"


Il sorteggio di Nyon o un regalo di Natale? Molti tifosi (bianconeri e non) se lo stanno chiedendo dopo aver appreso che la Juventus agli ottavi di finale di Champions League dovrà affrontare il Celtic. La squadra scozzese è al comando in campionato, con 4 punti di vantaggio rispetto all'inseguitrice Motherwell. A commentare il verdetto - che CalcioBlog ha seguito in diretta - Pavel Nedved ai microfoni di Mediaset Premium:


Il Celtic è una squadra compatta e molto fisica, che gioca un buon calcio ed è l’unica squadra quest’anno ad aver messo in seria difficoltà campioni come il Barcellona.

L'ex centrocampista ceco non si è lasciato andare a visibili manifestazioni di soddisfazione per l'esito del sorteggio, anche se ha ammesso che il peggio è stato scampato:
E’ un avversario di tutto rispetto, non dobbiamo sottovalutarli assolutamente. Li conosco bene, ci ho giocato un paio di volte lì come calciatore, certo poteva andarci sicuramente peggio e da questo punto di vista siamo stati fortunati.

E in effetti i bianconeri di Antonio Conte avrebbero potuto dover fare i conti con Arsenal, Real Madrid, Porto, Galatasaray o Valencia. Nedved ha anche sottolineato, su stimolo di Giovanni Galli ospite in studio, come la trasferta sarà molto complicata anche per via del conosciuto calore dei tifosi del Celtic:


Sara davvero dura quando giocheremo in casa loro, noi sappiamo di dover stare attenti in campo internazionale, l’ambiente lì è caldo ma credo che i nostri saranno all’altezza e ho fiducia in loro, dobbiamo andare con grande umiltà.

Nedved peraltro ha scherzato sulla presenza sul palco di Nyon di Steve McManaman, il calciatore del Real Madrid sul quale il ceco commise il fallo che lo escluse dalla finale di Champions nel 2003:

Sì, rivederlo mi ha fatto venire brutti ricordi.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail