Avvenimento storico in Inghilterra: per la prima volta una partita della nazionale non sarà trasmessa in tv


Nel paese dove il calcio è stato inventato mai era successo che una partita della nazionale inglese non fosse trasmessa liberamente in tv a disposizione di tutti i tifosi del regno. È proprio quello che accadrà invece domani sera quando chi vorrà seguire le gesta dei ragazzi di Capello dovrà collegarsi a internet e pagare per guardare la sfida di Kiev contro l'Ucraina, unica alternativa i cinema della catena Odeon che pure si sono attrezzati sfruttando la trasmissione in streaming dell'evento. Niente più boccaloni di birra e festa nei pub, i calorosi inglesi dovranno accontentarsi del salotto di casa e di un monitor del pc.

Tutto ciò è conseguenza del fallimento del network irlandese Setanta per quanto riguarda la divisione britannica. Insieme ad altri prodotti sono andati all'asta anche i diritti della nazionale, ad aggiudicarseli la Itv ma solo per ciò che concerne gli incontri casalinghi. I diritti per Ucraina - Inghilterra li ha gestiti la federazione ucraina che ha affidato il compito della vendita ad una società chiamata Kentaro. L'incontro non è appetibilissimo, si gioca quando in Inghilterra è pomeriggio e gli inglesi sono già largamente qualificati, solo l'Ucraina potrebbe ancora raggiungere il secondo posto, con queste premesse le offerte non sono state moltissime. Alla fine i diritti se li è aggiudicati la Perform, società che si occupa di trasmettere eventi sportivi on line.

I tifosi che vorranno seguire l'incontro dovranno quindi recarsi sul sito costruito ad hoc http://www.ukrainevengland.com/ (non accessibile dall'Italia) e pagare per poter ricevere lo streaming. Il prezzo era inizialmente di 5 sterline, con l'avvicinarsi dell'evento è arrivato a 10 e domani, il giorno della partita, sarà di 12 sterline, un milione il numero massimo di connessioni accettate. Inutile dire che questa cosa non è andata giù agli inglesi che hanno protestato e fatto sentire il loro malcontento, la FA dal canto suo ha fatto spallucce dichiarando di non poter far nulla per cambiare la situazione.

Quello che appare paradossale è il fatto che una storia del genere capita proprio nel momento di massimo attaccamento in assoluto degli inglesi alla loro nazionale. La squadra guidata da Fabio Capello ha infatti vinto tutte e otto le partite del girone, con una media di quasi 4 gol a partita e soltanto 5 reti incassate, mai la nazionale inglese era stata così convincente. Peccato, i tifosi potranno comunque consolarsi con l'ultima partita del girone in programma per mercoledì prossimo contro la Bielorussia.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: