Roma, Zdenek Zeman non si fida del Milan: "Sono forti anche senza Ibrahimovic"

La sconfitta maturata al Bentegodi di Verona contro il Chievo non solo ha interrotto la striscia di risultati positivi della Roma ma anche lasciato gli inevitabili strascichi causati dalle scelte arbitrali.

Zdenek Zeman, allenatore dei giallorossi, alla conferenza stampa alla vigilia di Roma - Milan che si giocherà domani sera all'Olimpico, ha dichiarato di aver scelto volontariamente di non alimentare ulteriori polemiche con affermazioni a caldo dopo la partita con i clivensi, ma oggi ha deciso di vuotare il sacco.

Queste sono le dichiarazioni riguardanti gli arbitri rilasciate da La Gazzetta dello Sport:

Si è visto cosa e a chi è successo, la squadra non ha avuto quello che poteva avere e poteva avere qualche cosa in più. Non ho detto niente dopo perché sarebbero scattate nuove polemiche e poi ormai la partita era andata. Credo che i responsabili dell'organizzazione degli arbitri vedano le partite e in base a quello che hanno visto prendano delle decisioni.

Un commento, però, riguardo il big match di domani è d'obbligo: all'Olimpico, è di scena il Milan, reduce da 4 vittorie consecutive e tornato prepotentemente in corsa per un posto in Europa. In caso di vittoria rossonera, la Roma verrebbe scavalcata in classifica proprio dai rossoneri ed è anche per questo che Zeman non si fida:

Il Milan è sempre il Milan. L'anno scorso ha perso lo scudetto all'ultima partita. E' sempre una squadra importante. E' vero che sono andati via giocatori importanti, ma hanno trovato il capocannoniere che ha sostituito Ibrahimovic. El Shaarawy ha fatto notevoli passi in avanti, lo avevo visto in Serie B.

Zeman, infine, ha tracciato anche un bilancio di questo primo semestre della sua nuova avventura giallorossa e ne ha approfittato per aggiungere che, anche in caso di sconfitta di domani sera, il discorso Champions League non sarebbe affatto chiuso. Ecco le dichiarazioni riportate da Sport Mediaset:

Sarei stato più felice con i 10 punti che abbiamo buttato. La squadra, poi, non ha avuto quello che doveva avere per errori. Poteva avere qualcosa in più. L'ultimo treno per la Champions? No. La classifica si guarda alla fine del campionato e manca ancora molto.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail