Anteprima dei match di qualificazione ai mondiali: testa a testa tra Germania e Russia, Francia e Portogallo a rischio, Slovacchia ad un passo dalla storia (Parte II)


Nella prima parte dell'anteprima delle partite di qualificazione mondiale abbiamo visto la situazione dei quattro gruppi in c'era minore incertezza, compreso quello dell'Italia. Analizziamo ora i restanti cinque raggruppamenti in cui la lotta è ancora molto accesa, ci sono ancora squadre importanti che rischiano di non riuscire ad arrivare ai mondiali, almeno non senza uno spareggio. Tra queste fanno più rumore la Francia e il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Pericolosa anche la situazione della Germania che con la Russia sta dando vita ad un emozionante testa a testa.

Si inizia con il Gruppo 1 in cui la situazione è aperta più che mai con quattro squadre in corsa, la Danimarca (18 punti), la Svezia (15), il Portogallo (13) e l'Ungheria (13). Le prime due si incontreranno domani a Copenhagen, la coppia appaiata al terzo posto si sfiderà invece a Lisbona. Sono davvero pochi i calcoli possibili, Portogallo e Ungheria non possono sbagliare, un pareggio le inguaierebbe entrambe, ma nemmeno le due scandinave possono commettere passi falsi, potrebbero però decidere di non farsi male a vicenda. L'ultima giornata è favorevole ai lusitani che dovranno incontrare Malta (1), facile anche il match casalingo degli svedesi contro l'Albania (7).

Nel Gruppo 2 è abbastanza tranquilla la Svizzera (17) che domani va in trasferta in Lussemburgo (5), i tre punti di vantaggio sulla coppia Grecia (14) e Lettonia (14), che a loro volta si sfideranno in una sorta di spareggio per la piazza d'onore, sono abbastanza per stare tranquilli. Ridotte al lumicino le speranze di Israele (12). La Lettonia deve vincere contro i greci, un pareggio non le servirebbe a molto visto che all'andata hanno perso in casa. Le gare di mercoledì vede loro impegnati con il fanalino di coda Moldova (3) e la Grecia, anche lei in casa, contro il comunque non proibitivo Lussemburgo.

Nel Gruppo 3 guida la Slovacchia (19) che domani sfiderà la sua più diretta inseguitrice, la Slovenia (14) che insegue a cinque lunghezze di distanza. Un pareggio casalingo concederebbe agli slovacchi lo storico biglietto per il loro primo mondiale. Il secondo posto sarà quasi sicuramente degli sloveni che chiudono contro San Marino (0). Non hanno grosse chance Irlanda del Nord (14 ma con una partita in più) e Repubblica Ceca (12), è molto difficile infatti ipotizzare una doppia sconfitta slovena con la seconda che sarebbe a dir poco clamorosa contro la peggior squadra, quella della repubblica enclave italiana, di tutto il lotto delle 53.

Nel Gruppo 4 il discorso qualificazione è ristretto soltanto a Gemania (22) e Russia (21), la partita di domani a Mosca sarà davvero decisiva, i tedeschi hanno l'obbligo di non perdere visto che poi mercoledì prossimo loro dovranno vedersela con la terza forza del girone, la Finlandia (14) mentre i russi andranno a fare visita all'Azerbaijan (1). Sfortunata la formazione di Joachim Low che ha trovato nel proprio gruppo una sola vera contendente, la Russia di Guus Hiddink appunto, con il risultato che la lotta è sempre stata solo fra loro due. I tedeschi hanno vinto all'andata a Dortmund per 2-1 e restano comunque in leggero vantaggio, in ogni caso la seconda di questo raggruppamento accederà di sicuro alla fase a spareggi.

Il Gruppo 7, l'ultimo da analizzare, è quello che avrebbe dovuto vedere come dominatrice assoluta la Francia (15), i galletti invece sono solo secondi a guidare la classifica c'è la Serbia (19). Domani per Henry e compagni ci sarà la facile sfida casalinga contro Far Oer (4), mentre i serbi ospiteranno a Belgrado la Romania (9). I transalpini chiuderanno in casa a Parigi contro l'Austria (9) mentre per i serbi c'è la trasferta in Lituania (9). Il discorso primo posto si potrebbe comunque già concludere domani, la squadra allenata da Domenech sembra destinata a giocarsi il mondiale con lo spareggio.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: