Mazzarri: "Questo Napoli può vincere"


Walter Mazzarri è sempre più convinto di aver fatto un ottima cosa ad accettare la chiamata del Napoli, perché pensa di avere a disposizione il materiale umano per far bene, oltre ad una società solida alle spalle: «Se sono venuto a Napoli è perché so che questa squadra ha grosse qualità e che la società è molto ambiziosa. Farò di tutto affinché i ragazzi diano il massimo fino al novantacinquesimo. Questo Napoli ha tutto per vincere. Non è uno schema a fare la differenza, ma come si applica uno schema, io voglio che i ragazzi interpretino il gioco con ritmo, intensità e tempi giusti. Voglio una squadra tambureggiante che piaccia anche ai tifosi. Nelle grandi piazze c'è sempre un grande Presidente. Napoli ha un grande presidente oltre che una squadra di ottime potenzialità».

A Napoli ci sono diversi giocatori che aspettano un'occasione per essere rilanciati, come Denis che nella gestione Donadoni è stato impiegato con il contagocce. Il centravanti argentino sembrava sul piede di partire già quest'estate, ma poi è riuscito a suon di gol e di ottime prestazioni a guadagnarsi la riconferma nel precampionato, per poi cadere nuovamente nel dimenticatoio quando è iniziata la stagione ufficiale. La cosa certa è che la coppia Quagliarella-Lavezzi non ha funzionato molto bene in queste prime partite, e quindi Mazzarri potrebbe inserire nell'attacco napoletano una punta pesante per dare un po' di forza fisica al reparto.

Mazzarri per ora sta studiando il nuovo ambiente per integrarsi al più presto e poter incidere sulla sua nuova squadra: «Sto conoscendo i ragazzi, ma potrò farmi una idea più precisa del quadro generale solo dopo aver avuto tutti a disposizione. Di certo so sin da ora che tutti dobbiamo fare gruppo. Si parte da questo. Dal massaggiatore, al magazziniere, ai giocatori: tutti, dal primo all'ultimo devono sposare la causa in maniera compatta. Voglio vedere tutti gioire quando ci sarà da gioire e tutti soffrire quando ci sarà da soffrire. Solo così si costruisce lo spirito di una squadra. E se si perde sarò esclusivamente io a mettermi in discussione».

  • shares
  • +1
  • Mail