Caliendo: "Maicon è stato tradito dall'Inter". Poi ritratta e smentisce le sue stesse parole


Si profila un nuovo tormentone di mercato in casa Inter. Il ritocco contrattuale concesso da Moratti e ottenuto da Maicon nel gennaio scorso (è passato da 3 milioni e 3,5 annui) non sembra aver soddisfatto il brasiliano e il suo procuratore, Antonio Caliendo. L'agente, forte dell'appeal che il giocatore gode in Europa (piace ai due club di Manchester e al Barcellona), ha rilasciato parole pepate dai microfoni di Sky, accusando l'Inter di non aver rispettato i patti:

"Sono molto amareggiato perché in questo momento con l'Inter non c'è nessuna trattativa, anche perché il club non ha rispettato la parola data. Il Manchester? Se arriva un'offerta siamo disposti a metterci a un tavolo e a trattare". In giornata Caliendo ha smentito sé stesso sul sito FcInter1908, negando di aver mai proferito tali parole:


"Io non capisco tutto questo clamore, non ho mai rilasciato dichiarazioni del genere, ho semplicemente detto che se l'Inter fosse interessata a vendere il calciatore saremmo pronti per trattare, ma tutto questo putiferio che leggo sui giornali mi sembra francamente fuori luogo. Non sono mie le dichiarazioni uscite oggi sui giornali, non ho mai rilasciato dichiarazioni del genere".

Il direttore tecnico Marco Branca è intervenuto sull'argomento gettando acqua sul fuoco: "Confermo la massima convinzione e soddisfazione, sia da parte nostra che da parte del calciatore, dell'attuale situazione contrattuale. È comprensibile, in questi giorni di sosta del campionato, che le ipotesi di calciomercato possano trovare spazio nei mezzi d'informazione, ma nello specifico la situazione ventilata da alcuni quotidiani è inesistente".

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: