Zoff: "Lippi non può permettersi di essere così arrogante" - Lippi: "Ammetto di aver un po' esagerato"


A Dino Zoff non è piaciuta la reazione piccata di Marcello Lippi qualche istante dopo il fischio finale di Italia-Cipro e in merito ai fischi e ai cori di dissenso piovuti da un gruppo di spettatori del Tardini. Il pubblico invocava Cassano, divenuto ormai l'emblema della distanza che intercorre tra il ct della nazionale campione del mondo e i tifosi che non digeriscono alcune sue scelte. Zoff ha detto la sua dai microfoni di Radio Radio, rispondendo anche a chi gli chiedeva delle sue dimissioni da ct della nazionale:

""La mia vicenda fu diversa, non ho avuto sfoghi, ho preso una decisione e basta.
Non ci si può permettere di essere così arroganti. Il pubblico ha il diritto di invocare chi vuole. Lui può prendere le dovute distanze, ma lo deve fare con una certa educazione. Il caso di Beccalossi ignorato da Bearzot? Certo la statura del ct era diversa...Io credo però che pur essendo contestati, non è mai serio lasciarsi andare a strane dichiarazioni. Io non vedo nessuna deficienza nelle convocazioni di Lippi, ognuno ha le sue idee e ognuno ha il suo modo di concepire la nazionale. L'importante è portare avanti le proprie idee con classe".

In giornata, sul sito della Figc, è arrivata la parziale marcia indietro di Lippi che però glissa sulla presa di posizione di Zoff:

"Ho avuto uno sfogo, forse un po’ forte ma, conoscendo bene i miei ragazzi, quanto entusiasmo, quanta passione e quanta voglia mettono quando scendono in campo, non sono riuscito a stare zitto. Mi sono arrabbiato e mi sono sfogato, è il mio modo di tutelare la squadra: le critiche e i fischi esistono da sempre, anche chi mi ha preceduto alla guida della Nazionale ha dovuto affrontare queste situazioni, però ritengo che il dovere di una guida sia quello di farle notare certe cose. Era logico che, avendo cambiato la squadra per undici undicesimi e avendo già conquistato e festeggiato la qualificazione a Dublino, per di più con un turno di anticipo, avremmo incontrato delle difficoltà. Però non mi aspettavo quei fischi dopo dieci minuti ad una squadra campione del mondo in carica, che sta facendo il proprio dovere. Zoff? Ognuno è libero di pensare quello che vuole".


Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2

Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
Le Foto di Italia - Cipro 3-2
  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: