Roma-Milan 4-2 | Telecronache di Zampa, Crudeli e Pellegatti | Video

La Roma travolge il Milan nell'ultima partita dell'anno solare della Serie A. Per 80 minuti i giallorossi hanno tenuto in mano il pallino del gioco dimostrando di possedere moltissime alternative in fase offensiva. Un match che non ammette discussioni, dominato dalla squadra di casa. A dir la verità il Milan aveva iniziato bene la partita e nei primissimi minuti di gioco la squadra allenata da Massimiliano Allegri è andata vicino al gol in un paio di occasioni. Un atteggiamento tattico anomalo quello visto a inizio primo tempo da parte delle due formazioni, ma è stato un fuoco di paglia perché la Roma è sempre stata in grado di pungere in attacco, anche quando il punteggio era ancorato sullo 0-0.

Zeman può ritenersi soddisfatto della sua squadra perché le posizioni che contano non sono lontanissime, ma a fine partita, nonostante la grande prestazione e il risultato rotondo, indiscutibile, il boemo trova nuovamente l'occasione per riprendere il vecchio leitmotiv e attaccare a testa bassa il Palazzo (quale e da chi è composto?) e le squadre del Nord: "Sul rigore c'è fuorigioco di Pazzini. Soffia ancora il vento del Nord? Sì. Il calcio si è giocato sempre tra Milan e Torino, e si vedeva. E anche in Lega e Federazione hanno più voce, e qualche volta si vedono dei gol irregolari. E' normale, per conquistare il rispetto dobbiamo vincere più partite. Così anche noi avremo qualche vantaggio. Purtroppo ancora non le vinciamo tutte. Ma dagli arbitri ci vuole più attenzione".

Dall'altra parte i milanisti si leccano le ferite per una batosta alleviata solamente dalle due ininfluenti reti nel finale. Lento, distratto in difesa e stordito già dopo i primi due gol, il Milan ha rimediato una figura non consona al suo blasone a Roma. La rincorsa alle parti alte della classifica si è fermata in modo brusco, traumatico. La sosta servirà a ricaricare energie fisiche e mentali. Allegri, a fine partita, indica la squadra capitolina addirittura come la più forte del campionato:

"Abbiamo iniziato male la stagione; ma ora siamo a nove punti dal secondo posto. Dobbiamo cercare di girare la boa a quota 30 e, poi, giocare un gran girone di ritorno. Oggi abbiamo sbagliato anche a cercare di verticalizzare troppo in fretta e questo è stato l'errore più grosso. Il Milan deve fare il suo campionato. Quest'anno abbiamo fatto delle scelte, sia anagrafiche che economiche. Comunque, lotteremo sino alla fine. Ripeto, il secondo posto dista 9 punti. Oggi, a inizio gara, eravamo a soli due punti dalla Roma, che a mio avviso è tecnicamente una delle tre più forti, se non la più forte, nel nostro campionato".


Roma - Milan 4-2: Le foto della partita

Roma - Milan 4-2: Le foto della partita
Roma - Milan 4-2: Le foto della partita
Roma - Milan 4-2: Le foto della partita
Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

CLICCA PER LA TELECRONACA DI CARLO ZAMPA

CLICCA PER LA TELECRONACA DI CARLO PELLEGATTI

____________________

  • shares
  • Mail