Mini tournée americana - La Roma domani parte per la Florida

Capodanno americano per la Roma. Domani mattina i giallorossi partiranno per la Florida e una volta giunti negli Stati Uniti trascorreranno poco meno di una settimana all’interno del parco divertimenti della Disney (ESPN Wide World of Sports Complex) situato ad Orlando. Non sarà una gita turistica perché Zeman ha intenzione di far allenare intensamente tutta la squadra onde evitare cali di tensione in vista dell'importantissima sfida di Napoli, al San Paolo, il 6 gennaio. Il programma di allenamenti prevede una doppia seduta di lavoro il 29 e il 30 dicembre, allenamento la mattina del 31 e il pomeriggio del 1 gennaio e infine amichevole il 2 contro l’Orlando City (presso il Rollins College).

Il ritorno nella Capitale è stato fissato per il 3 mattina. La ripresa degli allenamenti è prevista per il 4 gennaio, una decisione presa per consentire di smaltire il fuso orario. Negli Usa alcuni giocatori saranno accompagnati da famiglia (Zeman, Balzaretti, Burdisso, Perrotta e Goicoechea) o fidanzate (De Rossi, Florenzi), mentre altri voleranno da soli (Totti e Osvaldo). Il giovane Nico Lopez non sarà presente alla tournée perché impegnato con l’Uruguay nel Torneo sudamericano Under 20, una competizione a cui invece non parteciperà Marquinhos.

Tra i dirigenti sarà presente il direttore generale Franco Baldini (Sabatini e Fenucci resteranno a Roma) e il responsabile marketing e commerciale, Winterling, che raggiungeranno il presidente Pallotta, il Ceo uscente Pannes e il suo successore Zanzi, e forse anche i restanti soci della cordata americana (almeno per un saluto) DiBenedetto, Ruane e D’Amore. Il "gemellaggio" tra i colori giallorossi e gli Stati Uniti è sempre più saldo e proprio pochi giorni fa Daniele De Rossi ha rilasciato un'intervista al New York Times in cui manifestava a chiare lettere la volontà di restare a Roma e tentare l'ascesa calcistica con la dirigenza a stelle e strisce.

  • shares
  • Mail