Lippi: "L'Italia dei vecchietti al Mondiale farà bene come nel 2006"


L'allenatore della Nazionale Italiana intervistato da Fifa.com, ha ammesso che la sua nazionale arriverà in Sudafrica con un'età media molto alta, ma ha anche dichiarato che la cosa non lo spaventa affatto: "Dobbiamo disputare sette partite in trenta giorni, non abbiamo bisogno di una Nazionale di 24enni. Se dovessi schierare questa squadra per un'intera stagione, probabilmente farei scelte diverse. Ma per un mese, non c'è problema. Entusiasmo, esperienza, carisma, capacità di giudizio: tutto fa parte della valutazione. La qualità di un giocatore non si giudica solo in base all'età o alle qualità tecniche".

Marcello+Lippi dunque andrà avanti così, senza farsi condizionare dall'opinione pubblica, l'unico a scegliere i giocatori sarà lui: "Se fossi stato costretto a tener conto dell'opinione pubblica, 4 anni fa avrei dovuto lasciare a casa giocatori come Cannavaro e Buffon. E avrei dovuto rassegnare le dimissioni. Da quando ho cominciato ad allenare, sia a livello di club che in nazionale, le mie decisioni sono state dettate da un principio: non mi sono mai fatti condizionare da campagne esterne. Se sono convinto che qualcosa vada fatto, tiro dritto fino alla fine".


  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: