Tronchetti: "Non c'è niente di illegale nelle telefonate dell'Inter"


Moratti, ieri, aveva liquidato la domanda sul nuovo filone di Calciopoli e sulla Juventus che chiedeva parità di trattamento con un perentorio "sono fatti loro". Oggi è la volta di Mario Tronchetti Provera, presidente di Pirelli e consigliere di amministrazione dell'Inter a gettare acqua sul fuoco e a minimizzare la rilevanza delle telefonate rese pubbliche in questi giorni: "Non c'è assolutamente niente di illegale. Credo - spiega a margine del convegno biennale del Centro studi di Confindustria - che in questi giorni non sia emerso assolutamente niente. C'è un'intervista del presidente Moratti del 2006 (testo dell'intervista, ndr) che dice con chiarezza come stanno le cose. Cose che oggi si cercano di ribaltare come se ci fosse qualcosa di illegale, ma non c'è assolutamente niente di illegale, semmai c'è una strumentalizzazione del nulla".

Sul fronte rossonero è intervenuto, qualche ora fa, l'avvocato Leandro Cantamessa, legale del Milan: "Non è che ho cambiato idea di qui a due giorni fa. Dal punto di vista giuridico è tutto prescritto. La questione dell’assegnazione dello scudetto di...cartone , quella non è soggetta ai principi della prescrizione anche se oggettivamente allo stato non è probabile la revoca. Non c’è un blocco come la prescrizione, l’assegnazione nel 2006 fu fatta con atto discrezionale dal soggetto (il commissario Guido Rossi, ndr) che ricopriva i poteri che spettano al consiglio federale. Questo è lo scenario. Altro allo stato credo che non si possa ragionevolmente dire".

E poi Galliani che accenna anche all'imminente sorpasso della Germania sull'Italia nel ranking Uefa: "Cantamessa è un legale e la sua posizione non è quella del Milan, parla da avvocato. Io ho giurato nel 2006 che di calciopoli non parlo più, mantengo pochi giuramenti ma questo voglio mantenerlo. All’epoca ho avuto la squalifica. Il Milan prima è stato openalizzato di 30 punti e poi di 8. Berlusconi contro Leonardo? Ho letto troppi condizionali, sono frasi riportate da qualcuno, quindi non commento. Lo ripeto: Leonardo è l’allenatore ideale per questa e anche la prossima stagione. Per quanto riguarda il campionato c’è grande soddisfazione perchè siamo ancora in lotta per lo scudetto. L’unico rammarico è rappresentato dai molti infortuni. Io non tifo Inter in quanto tale, ma perchè si tratta di una squadra italiana. In questo momento i tedeschi hanno qualificato due squadre, Amburgo e Bayern. Sono a mezzo punto sotto di noi. Al 99,9 per cento ci supereranno e, quindi, dalla stagione 2011-2012 l’Italia rischia di avere solo tre squadre in Champions League".

Tutte le nuove intercettazioni di Calciopoli

Intercettazioni Moratti Prima Parte

Intercettazioni Moratti Seconda Parte

Calciopoli, il Pm Narducci negò l'esistenza di telefonate tra Moratti e Bergamo

Nuova intercettazione Calciopoli: Le griglie di Meani e Pairetto (testo ed audio)

Calciopoli, intercettazione Meani-Bergamo: "Quel guardalinee non lo voglio"

Calciopoli, intercettazioni Facchetti-Bergamo: "E' una sfida che vedrai, la vinciamo insieme"

Calciopoli, intercettazioni Meani-Collina e Cellino-Bergamo

Calciopoli, Bergamo il milanista e l'ex guardalinee Coppola che confessa: "Al processo mi liquidarono perché dell'Inter non importava"

Facchetti come Moggi: conosceva in anticipo i nomi dei guardalinee

Nuove Intercettazioni: Facchetti parlava con l'arbitro De Santis

Spalletti a Bergamo: "Posso chiamare gli assistenti?"

Intercettazioni - Facchetti con Pairetto: "Hai messo in forma Trefoloni?"

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: