Moratti al Corriere, nel 2006: "Bergamo mi telefonava"


Massimo Moratti, nel corso di un'intervista al magazine del Corriere della Sera del 31 agosto 2006, ammise l'esistenza di sue chiacchierate al telefono con Bergamo, precisando che si trattava di colloqui "normali". Ecco il testo integrale dell'intervista:

Moggi dice che con Bergamo ci parlava anche Facchetti…
"Non c’è niente di male a parlare con Bergamo. La differenza sta nelle cose che si dicono".

Meno rapporti si hanno con i designatori e meglio è.
"Sono loro che chiamano per sapere se tutto va bene".

Lei ha mai telefonato a un designatore?
"No. Ma posso aver ricevuto da loro qualche telefonata in cui mi chiedono opinioni".

Quindi non è da escludere che un giorno vengano fuori delle telefonate in cui c’è anche lei…
"Solo telefonate 'normali' senza alcun interesse".

Moggi dice che se avessero intercettato anche gli altri si sarebbero scoperte le stesse cose.
"Ma mica intercettavano Moggi. Intercettavano Bergamo. Evidentemente la Juve c’entrava e l’Inter no".

Ai Mondiali erano quasi tutti juventini, nell’Italia e in altre squadre. Forse vincevano perché erano bravi.
"La Juve aveva un ottimo allenatore e un’ottima squadra. Potevano benissimo vincere senza bisogno di trucchi, ma volevano essere sicuri al 100%. Pensavano: non possiamo permetterci il minimo rischio di perdere. Il sistema Moggi era come un’assicurazione".

Ma lei lo aveva capito che esisteva un sistema Moggi?
"Se l’avessi capito non avrei mandato più la squadra in campo: perché giocare sapendo che non si può vincere? Avevo però capito che Moggi e Giraudo avevano dei vantaggi. E che gli arbitri avevano per loro un’attenzione speciale".

Tempo fa l’ex arbitro Nucini venne da voi e vi raccontò tutto il marcio che c’era.
"Lo mandammo dai giudici ma non confermò il suo racconto. Ebbe paura delle conseguenze".

Poteva denunciare la cosa lei.
"Temevo fosse una trappola per farci fare brutta figura. Però nacque la voglia di capire cosa ci fosse di vero".

Metteste sotto sorveglianza l’arbitro De Santis.

"Una persona si offrì di farlo. Ma non ne uscì nulla".

Chi butta giù dalla torre tra Moggi e Giraudo?
"Moggi ha sempre esposto il suo viso, coraggiosamente. Butto Giraudo"

Tutte le nuove intercettazioni di Calciopoli

Intercettazioni Moratti Prima Parte

Intercettazioni Moratti Seconda Parte

Calciopoli, il Pm Narducci negò l'esistenza di telefonate tra Moratti e Bergamo

Nuova intercettazione Calciopoli: Le griglie di Meani e Pairetto (testo ed audio)

Calciopoli, intercettazione Meani-Bergamo: "Quel guardalinee non lo voglio"

Calciopoli, intercettazioni Facchetti-Bergamo: "E' una sfida che vedrai, la vinciamo insieme"

Calciopoli, intercettazioni Meani-Collina e Cellino-Bergamo

Calciopoli, Bergamo il milanista e l'ex guardalinee Coppola che confessa: "Al processo mi liquidarono perché dell'Inter non importava"

Facchetti come Moggi: conosceva in anticipo i nomi dei guardalinee

Nuove Intercettazioni: Facchetti parlava con l'arbitro De Santis

Spalletti a Bergamo: "Posso chiamare gli assistenti?"

Intercettazioni - Facchetti con Pairetto: "Hai messo in forma Trefoloni?"

  • shares
  • +1
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: