Inquirenti: "Le telefonate di Facchetti sono agli atti dal 2007" - I legali di Moggi: "Falso"


Non è possibile affermare che telefonate intercettate nell'ambito dell'inchiesta di calciopoli in cui conversano con gli indagati dirigenti di diverse società, tra cui l'Inter e Giacinto Facchetti, non venivano mai trascritte e depositate agli atti dell'indagine. E' quanto emerge da fonti investigative del processo Calciopoli: una precisazione che replica alla battagliera difesa di Luciano Moggi. La nota si rifersice all'informativa trasmessa alla procura di Napoli il 28 marzo 2007 dai carabinieri del Reparto operativo di Roma e, in particolare, al capitolo che va sotto il titolo "Biglietti-abbonamenti Inter ricevuti da Pairetto- La designazione degli arbitri internazionali". Nell'informativa sono contenute alcune intercettazioni in cui l'ex designatore degli arbitri Pierluigi Pairetto - imputato nel processo di Napoli - chiama il dirigente dell'Inter Giacinto Facchetti. Si tratta di conversazioni che gli inquirenti hanno depositato tre anni fa agli atti pur giudicandole irrilevanti sotto il profilo penale.
(Nuova intercettazione Bergamo-Facchetti)

Queste le intercettazioni contenute nel rapporto dei carabinieri del marzo 2007. La prima telefonata è stata fatta alle 14.13 del 14 settembre 2004. È Pairetto che chiama Facchetti:
Pairetto: volevo chiederti solo se stasera era possibile avere due biglietti.
Facchetti: sì .............. Eh sì.
Pairetto: Santambrogio allora
Facchetti: Perchè magari chiedono il nome
Pairetto: Si si allora la signora Santambrogio
Facchetti: Santambrogio vabbè

Il 15 settembre 2004 alle 12.58 Pairetto chiama Facchetti.
Pairetto: Per le tessere invece le hai già
Facchetti: Si, le tessere sono, guarda abbiamo, pensa che ieri hanno consegnato ............
Pairetto: Perfetto, allora io adesso
Facchetti: E poi ti fai dire il nome, il nome di chi viene.
Pairetto: Te lo faccio sapere di chi viene a ritirarle, il nome così almeno, sì sì.

Lo stesso Pierluigi Pairetto - scrivono i carabinieri nel rapporto trasmesso ai pm - che allora ricopriva l'incarico di vicepresidente della Commissione arbitrale europea- Uefa (uffico Uefa che ha in carico la designazione degli arbitri per le partite di Champions League e Coppa Uefa) comunica in anteprima a Facchetti gli arbitri designati per le partite di Coppa che la squadra dell'Inter di lì a poco affronterà. La telefonata è delle 12.58 del 15 settembre 2004, ed è Pairetto a chiamare Facchetti.

Facchetti: E lì han già deciso per le prossime partite?
Pairetto: Si sulla seconda c'è Meier eh poi ok
Facchetti: Sulla seconda quella con...
Pairetto: Qual è non...
Facchetti: Non con il Valencia?
Pairetto: No quella...l'ult...qual è la terza di di
Facchetti: La terza.
Pairetto: Quella più importante che avete
Facchetti: La terza è con l'Anderlecht eh la terza è l'Andrelecht.
Pairetto: No, allora aspetta te lo...ce l'ho di là infatti avevo detto ho fatto mettere Meier, no allora la seconda perchè era la partita quella importante.
Facchetti: Eh si perchè dovrebbe essere.
Pairetto: No, no, no allora deve essere quella, adesso te la prendo e te la dico
Facchetti: me lo dici.
Pairetto: Te lo verifico sì sì sì e te lo dico subito.
Facchetti: grazie
Pairetto: perchè avevo fatto mettere Meier appunto perchè è un arbitro molto...
Facchetti: Sì, perchè lì a Valencia Pairetto: affidabile, no no lì è un ambientino...bello tosto, anche se ieri è stato un bel risultato, lui è stato bravo
Facchetti: sì sì buono abbiamo sofferto fino all'ultimo. perchè un gol solo non si sa mai .....................

Alle 9.20 del 16 settembre 2004 Pairetto chiama Facchetti.
Pairetto: Allora la seconda è Anderlecht non Valencia
Facchetti: La seconda non è, ah ne ero convinto.
Pairetto: No, no infatti mi dicevo porca miseria che abbia confuso io? e allora sono andato a vedere ad Anderlecht c'è Vassaras, il greco
Facchetti: chi è?
Pairetto: Vassaras.
Facchetti: Ah Vassaras.
Pairetto: Vassaras...sì è un top class e la Mayer poi con il Valencia...

Il Corriere dello Sport, nel frattempo pubblica la replica di Maurilio Prioreschi, legale di Moggi: "Le intercettazioni che abbiamo scoperto in questi giorni tra le 171.000 mila effettuate dalla procura di Napoli non sono mai state trascritte o compendiate in informative da parte dei carabinieri. Quelle a cui fanno riferimento gli inquirenti sono le intercettazioni disposte dalla procura di Torino e regolarmente trascritte dalla polizia e note da anni. Si tratta infatti di telefonate tra Facchetti e Pairetto del settembre 2004. Le intercettazioni di Napoli - continua il legale di Moggi - cominciano dalla fine di ottobre del 2004 e terminano nel giugno del 2005, come dichiarato dallo stesso colonnello Auricchio in udienza. Questa, e non la nostra - stigmatizza Prioreschi - è disinformazione allo stato puro".

Intanto c'è un nuovo colloquio tra Bergamo e Facchetti. Il 22 gennaio del 2005 si gioca Inter-Chievo e cinque giorni dopo Bergamo e Facchetti interloquiscono al telefono. La partita è finita 1-1 e i due parlano di Paparesta dicendo che non è responsabile della decisione di annullare il gol a Vieri per fuorigioco. Questa la trascrizione della telefonata effettuata dalla difesa di Moggi:

Bergamo - Giacinto!
Facchetti - Ciao Paolo
Bergamo - Come stai?
Facchetti - Bene ti avevo chiamato ieri..
Bergamo - Ieri..mi dispiace..
Facchetti - Eh ma forse quando c'era la partita in corso..
Bergamo - Ah ieri sera sì, ieri e oggi ci siamo dedicati alla Coppa Italia sì..
Facchetti - Eh niente volevo salutarti poi ho visto domenica, io non lo sapevo che il Presidente Moratti il giorno dopo aveva tirato fuori stà storia dell'arbitro..
Bergamo - No, ma non ti preoccupare Giacinto, il Presidente quando ha voglia di parlare lo fa..
Facchetti - Sì sì, ma era stato Ricci a sbagliare, Paparesta ha preso la decisione su questo..
Bergamo - Ma sai qui quando si lamenta il Presidente ha sempre ragione, l'importante è che non dia alibi ai giocatori..
Facchetti - Sì sì no no infatti..
Bergamo - Capito? Perchè Paparesta cosa doveva fare? Lì ha sbagliato Ricci e..
Facchetti - Infatti lui ha guardato di là quindi..
Bergamo - Anzi Paparesta ha fatto una buona partita, purtroppo era preparato a farla bene, proprio su tutto... il massimo..
Facchetti - Niente, stasera abbiamo Palanca..
Bergamo - Vedrai che fa una bella partita vedrai, vedrai che fa una bella partita.. vedrai..
Facchetti - Siamo tutti a Bergamo!

(fonte www.corrieredellosport.it)

Tutte le nuove intercettazioni di Calciopoli

Intercettazioni Moratti Prima Parte

Intercettazioni Moratti Seconda Parte

Calciopoli, il Pm Narducci negò l'esistenza di telefonate tra Moratti e Bergamo

Nuova intercettazione Calciopoli: Le griglie di Meani e Pairetto (testo ed audio)

Calciopoli, intercettazione Meani-Bergamo: "Quel guardalinee non lo voglio"

Calciopoli, intercettazioni Facchetti-Bergamo: "E' una sfida che vedrai, la vinciamo insieme"

Calciopoli, intercettazioni Meani-Collina e Cellino-Bergamo

Calciopoli, Bergamo il milanista e l'ex guardalinee Coppola che confessa: "Al processo mi liquidarono perché dell'Inter non importava"

Facchetti come Moggi: conosceva in anticipo i nomi dei guardalinee

Nuove Intercettazioni: Facchetti parlava con l'arbitro De Santis

Spalletti a Bergamo: "Posso chiamare gli assistenti?"

Intercettazioni - Facchetti con Pairetto: "Hai messo in forma Trefoloni?"

Facchetti a Bergamo: "Niente, stasera abbiamo Palanca..."

  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: