Carlo Ancelotti difende Terry e crede ancora nel titolo

carlo ancelotti

Soltanto un punto divide il Chelsea, capolista della Premier League, dall'inseguitore Manchester United, quando alla fine del torneo mancano ormai soltanto tre giornate. L'ultimo turno è stato favorevole ai Red Devils che, battendo nel derby il Manchester City, hanno avvicinato pericolosamente i Blues sconfitti in un altro derby, quello di Londra contro il Tottenham. Nonostante ciò Carlo Ancelotti ha fiducia nella sua squadra e crede che alla fine i suoi ragazzi riusciranno a portare a casa il terzo campionato degli ultimi sei anni, l'italiano spende poi anche qualche parola dolce per il suo capitano, protagonista contro gli Spurs di un'ingenua espulsione.

L'ex allenatore del Milan si è dimostrato comprensivo nei confronti di John Terry pur ammettendo che il giocatore nella circostanza si è reso protagonista di una sciocchezza, tali sono da definirsi due gialli nel giro di pochi minuti con la squadra in svantaggio. Ma nel corso di una partita, per di più complicata, e a questo punto della stagione, cose del genere possono capitare:

"Sono stato un calciatore e so che a volte non si riesce ad essere razionali, si perde parte del proprio autocontrollo. Ma credo che tutti stiano ponendo troppa attenzione alle sue prestazioni, il quale sta facendo molto bene ed è stato protagonista di una stagione fantastica. Magari qualche volta ha avuto dei problemi e non ha giocato così bene, forse contro gli Spurs non ha giocato bene. Ma dobbiamo guardare all'intera stagione di John Terry, è stato assolutamente eccezionale."



Ancelotti è anche molto fiducioso rispetto alle sorti del campionato e resta convinto della possibilità di giungere al titolo, d'altra parte il Chelsea è comunque primo in classifica, anche se il margine sullo United si è ridotto:

"È ancora nelle nostre mani. La prima cosa che ho fatto negli spogliatoi dopo la partita con il Tottenham è stata quella di ricordare ai giocatori che hanno ancora loro il controllo. Dobbiamo vincere la prossima partita, se è possibile dobbiamo vincerle tutte e tre le ultime, allora saremo i campioni. Non so se gli Spurs potranno vincere anche all'Old Trafford, sono in un buon momento e possono fare qualsiasi cosa, ma a noi non interessa, noi dobbiamo battere lo Stoke. Abbiamo perso e si è ridotto il nostro vantaggio sullo United, ma siamo ancora un punto avanti. Ho sempre detto che l'ultima partita sarebbe stata decisiva e dobbiamo combattere fino a quel momento. Penso che tutto si deciderà allora."

Il prossimo turno vedrà il Chelsea affrontare in casa lo Stoke City senza lo squalificato Terry, contemporaneamente il Manchester United se la dovrà vedere, come ricordato da Ancelotti, con un Tottenham in grande spolvero e in piena corsa per la conquista del quarto posto, l'ultimo valido per la Champions League. Più delicata la penultima giornata, i Blues saranno impegnati nella difficile sfida contro il Liverpool ad Anfield Road, anche se i Reds potrebbero ormai essere senza obbiettivi; i Red Devils faranno invece visita ad un tranquillissimo Sunderland. Si chiude con due incontri facili per entrambe le formazioni: Chelsea - Wigan e Manchester United - Stoke City. Vedremo chi la spunterà alla fine di questo appassionante duello.

  • shares
  • +1
  • Mail