Calciomercato: Coentrao del Real Madrid offerto a Juventus ed Inter

Il grande rebus dei fluidificanti mancini continua ad attanagliare le big italiane, costrette ad abbeverarsi con giocatori adattati nel ruolo o profili di medio-bassa qualità se di passaporto italiano. E' un rebus di vecchia data, ma per quanto riguarda le società che si vogliono misurare nell'Europa che conta rimane una questione a dir poco annosa. Ecco perché un nome quale quello del portoghese Fabio Coentrao, certamente tra i migliori nel ruolo, appena 24enne eppure già discretamente esperto sul piano internazionale, può fare davvero gola.

Lo hanno capito gli agenti del classe 1988 nativo di Vila do Conde, passato nel 2011 alla corte del Real Madrid di Mourinho per una cifra record che sfiorava i 30 milioni di euro: nelle merengues è stato chiuso da Marcelo nonostante i buoni uffici del tecnico, collezionando 26 presenze in 1 anno e mezzo di Spagna. In prospettiva, tra l'altro, il giocatore pare non essere più nei piani del rinnovamento che Florentino Perez sta per attuare epurando di fatto il 'correntone' portoghese interno alla squadra che qualche problema di troppo sta generando con lo zoccolo duro iberico rappresentato principalmente da Casillas, Sergio Ramos e Xabi Alonso.

Sarà per questo che l'agenzia Gestifute, appunto, quella di Jorge Mendes (cioè di Cristiano Ronaldo e Mourinho) inizia a proporre il laterale sinistro anche in Italia. Il prezzo oggi è intorno ai 15 milioni di euro, così per lo meno è stato comunicato all'Inter che è insoddisfatta di Pereira e ha richieste molto interessati dalla Premier League per Yuto Nagatomo.

Per di più, la richiesta sarebbe anche trattabile. E qui potrebbe spuntare a sorpresa anche la Juventus, magari con una formula "alla Marotta", tenendo conto che i rapporti tra Real e bianconeri sono stati molto oliati nell'ultimo anno pur senza aver mai concluso alcun genere di operazione. Certo è, comunque, che per Coentrao resta in pole l'Inghilterra (per questioni di ipotetico ingaggio) mentre va totalmente escluso al momento un rientro in patria dove neppure un club del tenore del Porto garantisce ingaggi superiori al milione di euro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: