Arbitri, Collina non è più designatore: non è la sola novità per la prossima stagione


La stagione sportiva 2010/11 è alle porte: con la prematura eliminazione dell'Italia dai Mondiali la maggior parte dei giocatori ha già usufruito di un bel po' di vacanze, fra non molto tutte le squadre saranno in ritiro e a luglio inoltrato potremmo assistere alle prime amichevoli estive. Anche gli arbitri sono pronti a ripartire e la prima grande novità per la prossima stagione è che Pierluigi Collina non sarà più il designatore: "Ho deciso di lasciare il mio incarico da designatore perché ho ricevuto un incarico molto importante dall'Uefa e dal presidente, Michel Platini. Sarò il Chief refereeing officer e dovrò coordinare gli arbitri in Europa. Si tratta di un impegno notevole, visto che ci sono tante competizioni, dalla Champions League all'Europa League, alle competizioni europee per nazionali" ha spiegato l'ex fischietto viareggino.

Ancora non si conosce il nome del suo sostituto, ma il presidente dell'AIA (Associazione Italiana Arbitri) Marcello Nicchi che il prossimo otto di luglio si dovrebbe arrivare alla scelta del nuovo designatore. Intanto lo stesso Nicchi ha annunciato che come per la Lega che si è scissa in una di A e una di B, anche le Can saranno due: "È giusto che le due leghe abbiano i propri arbitri" ha commentato l'ex fischietto, che ha poi comunicato i nomi dei 21 arbitri di Serie A. Questi saranno Banti, Bergonzi, Brighi, Celi, Damato, De Marco, Gava, Gervasoni, Giannoccaro, Mazzoleni, Morganti, Orsato, Peruzzo, Pierpaoli, Rizzoli, Rocchi, Romeo, Rosetti, Russo, Valeri e Tagliavento. Come si può notare mancano alcuni personaggi: Trefoloni e Saccani hanno infatti smesso, mentre a Morganti è stata concessa una deroga.



Nicchi, sempre nel corso della stessa conferenza stampa di presentazione dell'organico arbitrale per la prossima stagione, ha poi ammesso che l'aiuto della tecnologia nel mondo del calcio non sarebbe un cosa brutta: "La tecnologia sul gol-non gol? Ben venga, noi non aspettiamo altro. Non farebbe che aiutare il lavoro degli arbitri". L'augurio che possiamo fare a tutti questi arbitri e al loro coordinatore Marcello Nicchi è di svolgere una buona stagione, con errori ridotti al minimo e ogni tipo di dubbio sulla loro condotta fugata con prestazioni di livello e soprattutto imparziali.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: