Maradona: "Forse vado via". Ma la folla lo reclama


"Il mio ciclo con l’Argentina è finito, adesso voglio stare con la mia famiglia»", ha detto Maradona a un cronista di un giornale argentino. In realtà la folla di oltre diecimila persone che ha accolto l'Argentina all'aeroporto, nonostante l'inaspettato e disastroso k.o. contro la Germania, sembra di parere opposto e invoca il pibe de oro con il coro "Diego non se ne va". La festa con la quale alcune migliaia di tifosi hanno accolto tecnico e giocatori lo ha sicuramente colpito positivamente, ma ai media è sembrata un controsenso.

«Cosa festeggiamo? », titola in prima pagina il quotidiano sportivo Olè, ricordando che questa è la frase pronunciata proprio da Maradona, nel 2006, dopo la fallita missione della nazionale, allora non ancora guidata da Diego, in Germania. «Il ritorno che nessuno immaginava», scrive La Nacion, sopra la foto del pullman della squadra circondato dai tifosi. Erano 10 mila per alcuni, 20 mila per altri. Molti, ma in controtendenza rispetto ai sondaggi dei tre maggiori quotidiani che, su scala nazionale, certificano una bocciatura per Maradona. La percentuale di coloro che non lo vogliono più alla guida della nazionale va, infatti, da un minimo del 60 al 72 per cento.


Prima del ritorno a casa, però, una delegazione di giocatori avrebbe chiesto al suo condottiero di mantenere l’incarico. A svelarlo è stato il preparatore atletico dell’Albiceleste, Fernando Signorini. «I giocatori hanno chiesto a Diego di continuare a fare il ct», ha detto Signorini ai giornalisti. Alcuni di loro, tra cui Messi, Tevez e il genero di Maradona, Aguero, si sono addirittura presentati nella camera dell'allenatore per confermare il loro sostegno e invitarlo a mantenere l'incarico.

"Ricordati che l’11 agosto devi dirigere la squadra nell'amichevole contro l'Irlanda", ha invece detto il presidente della Federazione calcistica argentina, Julio Grandona, nel salutare Maradona al suo rientro. Grondona e Maradona, si consulteranno dapprima telefonicamente sul da farsi e poi, quando sarà ritornata un pò di calma dopo l'uscita dai mondiali, terranno una riunione chiave, in merito al futuro della nazionale.

(Fonti: La Stampa, Repubblica)

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: