Mercato, ora si scatenano le aste per gli assi della Germania


Ieri la Germania è uscita sconfitta nella seconda semifinale dei Mondiali, una inzuccata poderosa di Carles Puyol ha estromesso la banda terribile guidata da Joaquim Löw, un nugolo di frizzanti giovanotti estenuato a Durban dal possesso palla sfinente della Spagna, capace di imbrigliare la preda per poi colpirla sugli sviluppi di un calcio da fermo. Tant'è, anche il ct tedesco ha ammesso che gli avversari hanno meritato il successo, rimane l'amarezza e un campionato giocato comunque a livelli più che buoni, con alcune stelline che si sono messe in vetrina ammaliando allenatori e dirigenti di mezza Europa.

Ma siamo sicuri che le sirene tentatrici proveniente da Spagna, Inghilterra e Italia faranno davvero gola? Eh già, perché i 23 teutonici della spedizione sudafricana provengono tutti dalla Bundesliga, un campionato in netta ascesa, con stadi moderni e stracolmi, livello tattico e tecnico sempre maggiore e stress ridotto al lumicino. Quanto converrebbe alle nuove star del pallone mondiale accecarsi coi riflettori dell'ansia che una stagione in Liga o in Serie A saprebbero accendere? Magari per soldi, o per fare nuove esperienze, di certo è controtendente la scelta di Simon Kjaer, o forse è quella giusta.



Le Foto di Germania - Spagna 0-1
Le Foto di Germani - Spagna 0-1
Le Foto di Germani - Spagna 0-1
Le Foto di Germani - Spagna 0-1
Le Foto di Germani - Spagna 0-1


Lasciare Palermo, qualificatosi in Europa, per accasarsi al Wolfsburg (12 milioni di euro sganciati dai tedeschi) che, seppur due anni fa si laureava campione, l'anno scorso ha fatto cilecca è non si è qualificato alle Coppe, è quantomeno coraggioso, anche se lui il danese ha sempre avuto le idee chiare: "La Bundesliga è un grandissimo campionato, e poi mi avvicino a casa". Chiedete anche a Cristian Molinaro, se volete. Così ci sarà da svenare per i vari estimatori dei talentini teutonici: Sami Khedira ha stregato Mourinho che lo vorrebbe con sé al Real Madrid (almeno 13 i milioni di euro da sborsare), Mesut Ozil ha estimatori all'Inter e all'Arsenal (che ha offerto 24 milioni), Lukas Podolski ha invece l'interesse di Juve e Manchester United (il Colonia chiede 20 milioni). Col Bayern Monaco che ha già fatto sapere: i nostri sono tutti incedibili.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: