Accordo Unicredit-Italpetroli: Sensi presidente fino all'arrivo di nuovi proprietari


Accordo raggiunto tra Unicredit e As Roma per il rientro del debito e il passaggio di proprietà della società giallorossa: «Le parti sono soddisfatte - ha dichiarato al termine dell'incontro davanti al collegio arbitrale Paolo Fiorentino, viceamministratore delegato di Unicredit Group -. Tutti abbiamo voglia di valorizzare gli asset, compresa la Roma che è quello di maggiore interesse». La società, ha continuato Fiorentino, «sarà gestita da Rosella Sensi». «Quest'accordo - ha detto Rosella Sensi al termine dell'incontro a Roma davanti al collegio arbitrale - è stato raggiunto con il consenso delle parti, ma soprattutto nell'interesse di salvaguardare l'As Roma, che è un qualcosa che appartiene alla città e a cui noi tutti teniamo molto». (Il Comunicato di Italpetroli)

Nodo cruciale è l'azzeramento del debito da 325 milioni di euro della Italpetroli. Dopo una lunga giornata di incontri, le parti hanno raggiunto l'intesa che sancisce la nascita di un nuova società di controllo dell'As Roma, Newco Roma, in cui verrà trasferito il 67% posseduto dai Sensi nell'As Roma e che avrà come obiettivo prioritario la vendita della quota nel club calcistico. In base alla bozza dell'accordo, che verrà chiuso entro dieci giorni, Rosella Sensi continuerà a mantenere la guida della società di Trigoria, almeno fino a quando non arriverà il nuovo compratore.


L'accordo prevede infatti che fin quando il pacchetto azionario non verrà venduto dall'advisor Rothschild, l'azionariato del veicolo manterrà le attuali quote di partecipazione in Compagnia Italpetroli. Quanto alla governance della Newco, il Cda sarà composto da tre consiglieri: uno in rappresentanza della famiglia Sensi e uno di UniCredit, il terzo invece sarà il presidente, Attilio Zimatore, un professionista indipendente.

Il Comunicato di Italpetroli:

Compagnia Italpetroli comunica, su richiesta della Consob, che è stata definita con il Gruppo Unicredit una puntuazione per la negoziazione, entro il 20 luglio p.v., di un più articolato accordo per la definitiva sistemazione dell’indebitamento finanziario complessivo del Gruppo Italpetroli. Quanto alla partecipazione detenuta in A.S. Roma, l’accordo dovrà prevedere che: - A.S. Roma continui a far capo, all’esito di una riorganizzazione societaria del Gruppo Italpetroli, ad una società (di seguito "Newco Roma") partecipata dalla Famiglia Sensi e da Unicredit secondo le attuali quote di partecipazione in Compagnia Italpetroli (rispettivamente, 51% e 49%); - il consiglio di amministrazione di Newco Roma sia composto da tre consiglieri, di cui uno indicato dalla Famiglia Sensi, uno indicato da Unicredit ed il terzo, presidente con piene deleghe operative, nella persona del prof. Attilio Zimatore, professionista indipendente di comune fiducia delle Parti; - Newco Roma abbia l’obiettivo prioritario di procedere alla valorizzazione e alla vendita, avvalendosi di primario advisor, del pacchetto A.S. Roma, società che conserverà l’attuale governance e continuerà ad essere guidata dalla dott.ssa Rosella Sensi. Tali intese si inseriscono in un quadro più ampio che prevede, a fronte della totale esdebitazione della Famiglia Sensi e dell’assegnazione di un compendio immobiliare, il trasferimento ad Unicredit di tutti gli asset residui (altre attività immobiliari e depositi petroliferi). L’accordo sarà soggetto al consenso del restante ceto bancario creditore. Il Collegio Arbitrale ha preso atto e ha fissato nuova udienza per il 26 luglio 2010.

(Fonti: Corriere, Corriere dello Sport).

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: