Roberto Baggio vicino al ritorno nel mondo del calcio, lo attende la nazionale

roberto baggio

Roberto Baggio potrebbe a breve ritornare nel mondo del calcio, l'indiscrezione se confermata sarebbe quanto meno stupefacente se si considera la riluttanza mostrata dal fuoriclasse nei confronti di questo ambiente all'interno del quale ha speso più di vent'anni della sua vita. Il Divin Codino, dopo il suo ritiro avvenuto nel 2004, si era ritirato a vita privata dedicandosi a hobby meno stressanti come l'agricoltura, è anche proprietario di un'azienda in Argentina dove spesso si reca per andare a caccia, un'altra sua grande passione.

Già nello scorso febbraio, durante la presentazione di una collana di DVD che lo vedeva tra i protagonisti, aveva fatto capire che il suo esilio poteva terminare dichiarando che non gli sarebbe dispiaciuto provare ad allenare. Le voci circolate ieri invece lo vogliono molto vicino ad accettare un ruolo in seno alla nazionale di Cesare Prandelli, gli sarebbe stata offerta la posizione di Presidente del Settore Tecnico, carica appartenuta fino ad ora ad Azeglio Vicini, ct di Italia '90 che lanciò Baggio in azzurro. Se i mondiali sudafricani fossero andati bene questo ruolo sarebbe stato affidato molto probabilmente a Marcello Lippi, la voglia di rinnovamento ha invece portato a pensare al fuoriclasse di Caldogno.

La candidatura di Baggio sarebbe stata avanzata dal presidente dell'Assoallenatore Renzo Ulivieri, strano visiti i dissapori che c'erano stati fra i due tempo fa, e avrebbe già ricevuto il benestare dal presidente federale Giancarlo Abete, a loro due infatti spetta scegliere chi dovrà essere il futuro responsabile del Settore Tecnico. L'agente dell'ex calciatore Vittorio Petrone ha confermato l'indiscrezione rendendo esplicita la disponibilità del suo assistito a ricoprire questa carica:

"Roberto Baggio conferma la sua disponibilità, attende l'incontro con il presidente Abete per approfondire i temi oggetto dell'eventuale incarico che dovrebbe venire nei prossimi giorni, dopo aver già manifestato la sua disponibilità al presidente dell'Associazione italiana allenatori Renzo Ulivieri. La principale motivazione di Roberto Baggio a rendersi disponibile per verificare e approfondire i temi dell'eventuale incarico è quella di offrire il proprio contributo e l'esperienza acquisita in più di 22 anni di calcio giocato. È certamente un incarico che potrebbe rispondere al desiderio di partecipazione che Roberto Baggio desidera offrire al calcio italiano e alla Federazione".

Ancora ovviamente non si conoscono i dettagli del contratto che gli verrà proposto, ma di sicuro si sa che il suo ruolo, fino ad oggi per lo più istituzionale e rappresentativo, sarà decisamente operativo. Sicuramente nell'ambito del progetto di rinnovamento programmato dalla FIGC il nome di Roberto Baggio porta una ventata d'aria fresca, la persona è sicuramente dotata di grossa intelligenza e carisma, a suo sfavore soltanto la mancanza di esperienza, avrà dunque bisogno della collaborazione di chi gli starà intorno per riuscire a lavorare con profitto.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: