Thierry Henry saluta Barcellona: da oggi è un giocatore dei New York Red Bulls


Fatevi un salto sul sito ufficiale dei New York Red Bulls e potrete capire l'entusiasmo di questa squadra per l'acquisto di Thierry Henry: è un pullulare di foto, immagini e commenti in merito all'arrivo del fuoriclasse transalpino nella Grande Mela, il primo vero colpo di mercato di questa società da quando è stata acquisita dall'austriaca Red Bull nel 2006. Prima del 9 marzo di quell'anno, infatti, questo club si chiamava New York Metrostars e tra le sue fila avevano militato alcuni campioni del calibro di Youri Djorkaeff, Roberto Donadoni e Lothar Matthaus, senza contare gli statunitensi Tim Howard e Tony Meola.

In qualunque modo si chiamassero, comunque, questa squadra non è mai riuscita a vincere la Major League Soccer e dopo l'ingaggio di Henry, ancora relativamente giovane con 33 primavere e si dice molto motivato, la volontà è quella di provarci sul serio: per il miglior goleador della Nazionale francese ecco un contratto pluriennale. "Questo obiettivo è un nuovo capitolo della mia carriera e della mia vita. È un onore giocare per i New York Red Bulls. Sono perfettamente a conoscenza della storia del club e il mio unico obiettivo durante la mia avventura qui è aiutare la squadra a vincere il suo primo titolo" le prime parole dell'ex Arsenal.

Ha poi chiosato: "Conosco la passione per il calcio locale e internazionale e sono fiducioso che i miei compagni e me riusciremo a raggiungerli", mentre il presidente del club ha sottolineato l'importanza dell'operazione: "Thierry Henry è senza dubbio uno dei giocatori più vincenti e riconosciuti degli ultimi 15 anni. Siamo emozionati che Thierry ha deciso di venire a New York per aiutare i Red Bulls a competere per il titolo quest'anno e per i futuri a venire. Il suo curriculum internazionale non è secondo a nessuno e il francese è un sicuro vincente". Una scelta, in definitiva, intelligente.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: