Salta già la prima panchina: Corini si è dimesso dall'incarico di allenatore del Portogruaro


Il 14 luglio scorso, con l'ufficializzazione di Cristiano Bergodi sulla panchina del Modena, tutte e 22 le squadre che parteciperanno alla prossima Serie B (anche se con l'esclusione dell'Ancona, si avrà da vedere se sarà la Triestina o il Verona la 22esima) avevano un proprio allenatore. A inizio mese la neo promossa Portogruaro aveva scelto Eugenio Corini come mister, dopo l'addio di Alessandro Calori accasatosi a Padova; l'ex Genio lo scorso anno aveva studiato per diventare allenatore (collaborando, al contempo, con Sky) e così quest'anno primo grande incarico. Così parlava appena 10 giorni fa: "Restare fermo un anno dopo la conclusione della mia carriera di calciatore mi è servito per seguire molta serie B e riflettere su diversi aspetti del ruolo di allenatore".

E ancora: "Ho scelto il Portosummaga perché è una realtà emergente, entusiasta e propositiva. Ho avvertito dalle parole della dirigenza la voglia di voler proseguire su questa spinta per non fare del Portosummaga una meteora. Lavorando assieme possiamo salvarci". Peccato che dopo pochi giorni sia già giunta al capolinea l'avventura dell'ex palermitano, nella nottata di ieri ha ponderato la scelta di lasciare la barca addirittura prima che salpasse: Corini si è dimesso lasciando di fatto il club senza guida, con lui anche il direttore sportivo Giuseppe Magalini. Il direttore Gianmario Specchia ha spiegato i motivi di questa brusca interruzione del rapporto, lasciando intendere che l'ex centrocampista non si sia sentito abbastanza garantito sulla possibilità di avere una rosa all'altezza della categoria, con la società che insiste col gruppo della promozione, inserendo in squadra ulteriori giovani e concedendosi l'acquisto di non più di uno-due giocatori.

Nel ritiro di Sappada, provincia di Belluno, cominciato proprio oggi le operazioni saranno condotte dai tecnici dei settori giovanili, mentre ore il club veneto dovrà trovare un sostituto in fretta e furia. Piove sul bagnato, perché frenetiche sono anche le trattative per mettere all'altezza l'impianto cittadino, il Portogruaro giocherà di certo le prime partite allo stadio Friuli di Udine. E poi ci sarà da pensare al mercato, perché effettivamente qualche movimento andrà pur fatto: ad oggi è stato tesserato Vincenzo De Liguori, in scadenza di contratto col Benevento, per altro 30enne. E con l'addio anche di Magalini, ex ds del fallito Mantova da cui voleva attingere, ci sarà anche da trovare un uomo che sappia farlo, il mercato. Buona fortuna.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: