Napoli, De Laurentiis fa chiarezza su Cavani: "Lo seguivamo da due mesi"


L'acquisto di Edinson Cavani da parte del Napoli è stata una vera e propria bomba di mercato, non fosse altro perché la destinazione azzurra era immaginata da pochi. Maurizio Zamparini, patron del Palermo, durante i Mondiali sudafricani (competizione in cui Cavani era impegnato attivamente) aveva dichiarato che l'attaccante avrebbe quasi certamente lasciato il capoluogo siciliani, aggiungendo che sulle sue tracce c'erano tre prestigiosi club europei. Aurelio De Laurentiis oggi ha svelato le trame della trattativa, dichiarando che in realtà i partenopei avevano imbastito l'operazione ben prima che cominciassero i Mondiali.

"Seguivamo Cavani da circa due mesi, è stato un percorso lungo. La trattativa con Zamparini è iniziata prima dei Mondiali. Ho letto molte cose inesatte. Non sono mai sorti problemi circa l'ingaggio e diritti d'immagine. Avevamo già da tempo un'intesa sia con il Palermo sia con il suo procuratore" le frasi del magnate cinematografico, che ha poi parlato di cifre: "Abbiamo pagato Edinson 17 milioni. 5 milioni per il prestito, altri 12 milioni saranno versati in quattro anni nelle casse rosanero . Guadagnerà un milione e 350 mila euro più bonus. Non ho parlato ancora con Cavani" complimentandosi con Mazzarri e Bigon per non aver fatto trapelare nulla.

De Laurentiis, accusato nei giorni scorsi di eccessivo immobilismo per quanto concerne il mercato, ha iniziato a fare sul serio e parla della prossima stagione: "C'è bisogno di sfoltire la rosa per avere un gruppo omogeneo, di 22 giocatori più 5 ragazzi della primavera. I ragazzi del nostro vivaio devono respirare aria della prima squadra, per evitare di essere colti da attacchi di panico all'esordio, si alleneranno a Castel Volturno dalla prossima stagione. Dossena sarà un grande acquisto, finora l'abbiamo visto poco, sarà una pedina fondamentale. Santacroce e Blasi sono due autentiche novità per Mazzarri, sono due acquisti a tutti gli effetti".

Ma anche mercato vero: "Denis? Non è vero che eravamo con l'acqua alla gola, che dovevamo prima cedere per acquistare. Sono molto legato al giocatore, ma verrà ceduto. Le squadre italiane sono botteghe care, fanno fatica ad acquistare giocatori con squadre della stessa serie. Zuculini? Facciamo una cosa alla volta. Lunedì riceverete una gradita sorpresa" la promessa del Presidente, che poi rivela i prossimi appuntamenti del Napoli: "Avremo 5 appuntamenti importanti, cinque gare rivelatrici. Il 3 agosto giocheremo con il Wolfsburg, l'8 con il Bologna, l'11 con una squadra spagnola da definire, 19 e 26 andata e ritorno preliminari di Europa League". Il Napoli è vivo.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: