Christian Amoroso: "Io pisano doc, ho rifiutato il Livorno"


Una vita spesa tra Fiorentina e Bologna, l'anno scorso all'Ascoli in Serie B: stiamo parlando del centrocampista Christian Amoroso che durante questa sessione di mercato è corteggiato da molte squadre, soprattutto in cadetteria. Ha 33 anni ma non ha ancora nessuna voglia di appendere gli scarpini al chiodo, la squadra che pareva maggiormente interessata alle sue prestazioni era il Livorno, fresco di retrocessione in seconda serie e quindi una delle principali candidate a darsi battaglia nel prossimo campionato per accedere, nuovamente, in Serie A. Ma come, un pisano che veste la maglia amaranto del Livorno?

Vi immaginereste un Francesco Totti con i colori biancocelesti della Lazio? Si, va bene, Cristiano Doni passò dal Brescia all'Atalanta, ma lui è comunque di Roma. E non fanno testo i trasferimenti dei vari Davids, Vieira, Vieri e Baggio, capaci di vestire in carriera le maglie di Juve, Milan e Inter. Perché quella tra Pisa e Livorno è forse la rivalità più sentita dell'intera penisola, quasi uno status: le due città sono praticamente una la continuazione dell'altra, ma se sei di Pisa, no, proprio non puoi giocare all'Ardenza per difendere i colori degli "odiati" livornesi. Amoroso, vicinissimo ai labronici, alla fine non se l'è sentita: "Ho rifiutato il trasferimento al Livorno. Non me la sono sentita di andare a giocare lì. Io sono un pisano ad hoc e ho fatto una scelta di cuore".

Così continua il mediano: "Non sarei riuscito a giocare con quella maglia e non voglio prendere in giro né il sottoscritto né loro. L'unico errore è stato quello di prendere in considerazione anche solo la possibilità di trasferirmi al Livorno. Già altri anni ero stato cercato, ma avevo sempre scartato a priori questa opportunità. Questa volta mi sono lasciato condizionare dalla famiglia, si trattava di una sistemazione vicino a dove abito, ma alla fine non ci sono riuscito ad andare fino in fondo e a firmare il contratto. E' stata una scelta di cuore". Scartato il Livorno, ora c'è il Modena in pole-position: con molta probabilità lo vedremo canarino la prossima stagione.

  • shares
  • Mail