Amichevoli, finisce in rissa tra Cagliari e Bastia: sospesa


Ieri a Villacidro il Cagliari ha affrontato il Bastia in amichevole: la partita è finita 3-0 per i ragazzi di Pierpaolo Bisoli, ma questo match molto poco "amichevole" verrà ricordato soprattutto perché non è durato 90 minuti, ma 75 per via della sospensione dell'arbitro a causa di una gigantesca rissa. Che tra l'altro non è stata l'unica all'interno di una gara aspra all'inverosimile: nella prima frazione un difensore corso ha tirato per i capelli Alessandro Matri, facendo schizzare dalla panchina Bisoli e creando il primo parapiglia. Poi espulsione di Lanzini, reo di aver calciato una pallonata volontaria contro il guardalinee.

Seppur a fatica il direttore di gara è riuscito a portare a termine il primo tempo, ma nella ripresa (col Bastia di nuovo in 11 di comune accordo col cavalleresco Cagliari) dopo le altre due reti dei sardi (per la cronaca gol di Matri, quindi doppietta nel secondo tempo di Daniele Ragatzu) ancora una scaramuccia, ingigantitasi in un secondo: fallo su Jeda, il brasiliano accenna una reazione, si scatenano i corsi, ma questa volta anche alcuni elementi cagliaritani come Ragatzu e Larrivey. L'arbitro decreta sospesa la partita. Questo il commento di Bisoli: "Il Cagliari ha giocato una partita onesta, leale. Io ho provato a distendere gli animi, ma nonostante ciò loro hanno picchiato e sono volati anche degli insulti. Comunque abbiamo disputato un'ottima gara mantenendo il ritmo alto e giocando con intensità, proprio come avevo chiesto ai miei giocatori".

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: