Caso Is Arenas: niente scarcerazione per Cellino, pronto nuovo ricorso al tribunale del riesame

Non è stata accettata dal Gip di Cagliari Giampaolo Casula la richiesta di scarcerazione presentata dai legali di Massimo Cellino e del presidente di Quartu Mauro Contini, la decisione segue quella analoga di ieri con il quale era stata negata la libertà all'assessore ai lavori pubblici Stefano Lilliu. La procura sta ancora terminando la fase di acquisizione degli atti e per questo, secondo le indiscrezioni trapelate, sussisterebbe ancora il pericolo di inquinamento delle prove. Tuttavia ancora non sono state rese note le motivazioni di tale decisione, nonostante ciò i legali di Contini, Luigi Concas e Guido Manca Bitti, hanno già presentato un ricorso al tribunale del riesame, la stessa strategia sarà seguita verosimilmente dagli avvocati del presidente rossoblu Benedetto Ballero e Giovanni Cocco.

Al presidente Cellino non manca il sostegno di molti tifosi del Cagliari, questa sera nel capoluogo sardo si è tenuta una fiaccolata di solidarietà, alcune centinaia di persone si sono riunite presso il carcere di Buoncammino. Oltre ai sostenitori rossoblu c'erano anche molti simpatizzanti del Pdl, il partito del sindaco di Quartu, fra i quali il deputato uscente Mauro Pili e l'assessore regionale del lavoro Antonello Liori. La prossima data segnata sul calendario è il 28 febbraio, giorno in cui sarà esaminato il ricorso già presentato da Lilliu, nei prossimi giorni si conosceranno le motivazioni della mancata scarcerazione di Cellino e quindi, se il ricorso verrà presentato come prevedibile, anche quando tale ricorso verrà discusso.

La procura di Cagliari ha anche aperto un'inchiesta per verificare la regolarità di alcune visite ricevute in carcere da Cellino, in particolare quelle di Gigi Riva e dell'imprenditore Sergio Zuncheddu. L'indagine è contro ignoti e l'ipotesi di reato e quella di false dichiarazioni. I due sarebbero infatti entrati nella struttura di detenzione in compagnia del deputato Pdl Mauro Pili che li avrebbe spacciati per due suoi assistenti. Intanto il prefetto di Cagliari Alessio Giuffrida ha scritto una lettera aperta a tifosi e cittadini per cercare di far luce sulle varie questioni che fino ad oggi hanno reso così complicata la vicenda e la gestione del nuovo impianto. Una lunga missiva che però non sembra aver convinto del tutto i tifosi rossoblu, almeno a leggere i commenti in rete, che almeno per ora sembrano essere quasi tutti dalla parte del loro presidente.

Domenica a Is Arenas arriva il Torino, la prefettura dopo un vertice con la Commissione provinciale di vigilanza ha dato l'ok per lo svolgimento della partita nello stadio di Quartu, ma si giocherà a porte chiuse, subito dopo è arrivata anche l'assenso della Lega Calcio. In questa complessa storia non sono mai mancati colpi di scena, va quindi seguita con attenzione perché inevitabilmente saranno molti gli sviluppi a cui si assisterà nelle prossime settimane.

  • shares
  • +1
  • Mail