Russia, Spalletti è campione insieme al suo Zenit


Nonostante la lieve flessione degli ultimi tempi, alla fine lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti ha fatto sua la Premier League russa, un risultato per certi versi scontato vista la cavalcata inarrestabile degli azzurri griffati Gazprom. Il verdetto ufficiale oggi, domenica 14 novembre 2010, alla terz'ultima giornata di campionato: in un gremitissimo Petrovsky Stadium, lo Zenit ha strapazzato il Rostov, anche se alla fine la squadra di casa ha dilagato solo nel finale. In vantaggio con Lazovic al 40° del primo tempo su calcio di rigore, è nella ripresa (e alla fine anche con un uomo in più) che la squadra di San Pietroburgo ha legittimato il successo coi gol di Semak, Kerzhakov e due volte Bukhravov.

Per Spalletti è il quinto trofeo personale da allenatore dopo due Coppe Italia con la Roma e una Supercoppa Italiana; in Russia aveva già ottenuto un successo a inizio stagione, vincendo la Coppa nazionale. Poi corsa irreprensibile in campionato con l'epilogo di oggi, quando il CSKA Mosca (avversario del Palermo in Europa League) nella lontanissima Nalchik non è andato oltre l'1-1: 66 punti per lo Zenit, 58 per il CSKA e a 180 minuti dalla fine questo vuol dire scudetto che ritorna sulle rive della Neva. Per la squadra di San Pietroburgo è il terzo titolo dopo quelli dell'84 e del 2007 (con Advocaat in panchina), per Spalletti il primo di una carriera ora impreziosita da questo successo niente male.

  • shares
  • +1
  • Mail