Milan ancora su Pastore! Offerti Boateng e Abate...

Non molla, il Milan. C'è ancora Javier Pastore nei pensieri rossoneri, forse ultimo colpo di coda di Ariedo Braida che da tempo ha convinto Berlusconi che l'argentino sarebbe l'uomo giusto al posto giusto nella caccia alla qualità dalla quale deve passare il rilancio internazionale dei rossoneri. Il presidente ha dato l'ok, a patto che si trovi il giusto compromesso finanziario.

Ecco allora che dopo la poco convincente richiesta di prestito con eventuale diritto di riscatto inoltrata a Parigi nella sessione invernale (no secco nonostante l'arrivo di Lucas Moura) il Diavolo si fa nuovamente sotto proponendo un nuovo argomento: Kevin Prince Boateng. Uno al quale Allegri non rinuncerebbe mai, e questo la dice lunga sulle distanze esistenti tra il tecnico e i vertici di via Turati. Galliani al solito guazza nel mezzo, concentrato a non perdere punti con la costante crescita in società di Barbara Berlusconi. Quindi niente scontri frontali con la proprietà. Anzi.

Chiaro che però l'amministratore delegato non voglia far pazzie per l'ex Palermo. Come a livello formale non sono state fatte per Balotelli. C'è comunque un'immagine "politica" da difendere. Però Pastore piace eccome e Leonardo non ha chiuso i ponti. Nel pacchetto era già comunque preventivato l'inserimento di Abate (Van der Wiel non convince ancora) e allora con due contropartite si inizia a ragionare, restando il fatto che per il rimanente si tratterebbe di pagamenti rateizzati. Il giocatore tra l'altro è rimasto legato alla Serie A e non ha mai nascosto la propria simpatia per il rossonero. Per ammortizzare però il Milan deve essere capace di monetizzare al meglio le cessioni di Robinho e Nocerino. Allora, forse, il discorso con il Psg può anche diventare più concreto.

  • shares
  • Mail