Video Europa League: Juventus - Manchester City 1-1 - 16 Dicembre 2010 - Gol Giannetti

Video Europa League: Juventus - Manchester City 1-1 - 16 Dicembre 2010 - Gol Giannetti

La Juve saluta lo stadio Olimpico versione Europa (nella nuova veste un solo successo memorabile, il 2-1 al Real Madrid) e si congeda dalla Coppa col sesto pareggio in sei partite, un vero e proprio record che la Vecchia Signora condividerà con l'AEK Atene (stagione 2002/2003 in Champions, stesso girone della Roma e stesso numeri di gol fatti e subiti dalla squadra di Delneri, sette come i greci). Contro il Manchester City finisce 1-1, il 17esimo risultato utile consecutivo, una partita nel gelo di Torino che comunque non ha annoiato spettatori da casa e tifosi sulle tribune. I padroni di casa schierano una formazione di tutto rispetto coi rientranti Grygera e Legrottaglie, anche il City che seppur privo dei vari Tevez e Balotelli arriva in Italia con l'obiettivo primo posto.

L'ultimo gol continentale al Comunale, la Juve lo segna col diciannovenne senese Niccolò Giannetti, attaccante classe '91 che si muove bene e ha il giusto fiuto del gol: Alessandro Del Piero si beve Richards, mette basso in mezzo e il giovanissimo collega infila Given sul finire di primo tempo. Nella ripresa Mancini cerca di scuotere i suoi, ma i padroni di casa sembrano tenere.

Il Tabellino della Partita:

JUVENTUS-MANCHESTER CITY 1-1
(primo tempo 1-0)

MARCATORI: Giannetti (J) al 43’ p.t.; Jo (M) al 32’ s.t.

JUVENTUS (4-4-2): Manninger; Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Traorè (dal 22’ s.t. Boniperti); Krasic (dal 12’ s.t. Camilleri), Sissoko, Melo, Pepe; Giannetti (dal 34’ s.t. Buchel), Del Piero. (Storari, Bonucci, Giandonato, Iaquinta). All. Delneri.

MANCHESTER CITY (4-4-2): Given; Richards, Boateng, Boyata, Bridge; Wright-Phillips (al 47’ s.t. Chantler), Milner, Vieira, Johnson; Tchuimeni-Nimely (dal 16’ s.t. Zabaleta), Jo. (Taylor, Kay, Mee, Ibrahim, Elabdellaoui). All. Mancini.

ARBITRO: Vad (Ungheria).

NOTE: spettatori 7 mila circa. Ammoniti Zabaleta per proteste, Melo e Sissoko c.n.r. Angoli 4-8. Recuperi 0’ e 2’.

  • shares
  • +1
  • Mail