Onazi: "Il mio primo stipendio ad un orfanotrofio. I laziali? Non sono razzisti"

Si è messo in mostra al pubblico italiano durante l'andata dell'ottavo di finale di Europa League tra Stoccarda e Lazio segnando un gran gol dopo una corsa di svariati metri, palla al piede. In realtà Eddy Ogenyi Onazi, centrocampista 20enne nato a Lagos il 20 dicembre 1992, aveva già ben figurato nella Coppa d'Africa vinta dalla sua Nigerai, dove l'allenatore Keshi lo ha lanciato titolare in diverse occasioni, finale compresa. Sul suo profilo Facebook compare la scritta "methodist high school jos", segno evidente della sua fede cristiana.

Nelle ultime settimane la Lazio è spesso alle prese con infortuni e fatiche di coppa e Vladimir Petkovic ha cominciato ad utilizzarlo con più frequenza. Nel frattempo oltre a Facebook Onazi si è iscritto anche a Twitter ed ha inaugurato il suo profilo rispondendo alle domande dei suoi seguaci. “Sono molto felice alla Lazio”, ha esordito il nigeriano. “Il razzismo? Questione delicata in Italia, io però vivo a Roma e posso assicurare che i tifosi sono splendidi”. E poi ancora perché quel numero di maglia, la 23? “E’ un passo dei salmi molto evocativo”, ha spiegato Onazi, il quale non evita mai di nascondere la sua profonda fede religiosa.

Una rivelazione sui primi soldi guadagnati alla Lazio: “Cosa ho fatto col mio primo stipendio da calciatore? L'ho donato ad un orfanotrofio. T.B. Joshua (fondatore della SCOAN, un'organizzazione cristiana in Nigeria, ndr) è il mio padre spirituale". C'è chi gli chiede se Joshua, noto per le sue profezie, gli abbia predetto la vittoria della Coppa d'Africa 2013. Lui ammette di averci parlato del proprio futuro, ma spiega: "Che cosa mi ha predetto? Non posso svelarvelo... Ma quando ho vinto il trofeo mi sentivo alla grande: è merito di Dio". Sulla rete allo Stoccarda: "Quando ho fatto quell'azione pensavo solo a tenere la testa alta e ad andare avanti. Se devo nominare un ex calciatore nigeriano a cui mi ispiro, direi Sunday Oliseh (ex centrocampista di Reggiana e Juventus, ndr)".

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail