Il Barcellona si fa il regalo di Natale: ecco Afellay dal PSV


Come se non fosse già abbastanza forte, ieri il Barcellona ha puntellato la sua rosa con l'acquisto di un giocatore di grandissima qualità e prospettiva: dal PSV ecco Ibrahim Afellay, nato 24 anni fa a Utrecht ma cresciuto calcisticamente e non solo ad Eindhoven. Coi biancorossi della Philips ha giocato un paio di centinaia di partite, andando a segno con buona regolarità pur essendo lui un esterno di centrocampo deputato più agli assist che alla finalizzazione; gli infortuni gli hanno forse impedito di diventare un "grande" ma ora questo trasferimento in Catalogna potrebbe risultare decisivo per la sua definitiva esplosione.

"E' una cosa davvero speciale essere qui. Sono molto contento. Sono un po' emozionato, ma è normale, sono nel miglior club del mondo, un club fantastico e voglio godermi questa occasione, anche se ancora fatico a rendermi conto di ciò che è accaduto. Per me è davvero un sogno che si realizza. Tutti i calciatori sognano di giocare nel Barça, dove si gioca il miglior calcio del mondo" sono state le prime parole del giocatore con la nuova maglia blaugrana. Una trattativa decollata in un baleno lo scorso novembre, quando la società di Rosell si affrettò subito a ufficializzare la transazione. Per buona pace di Inter e Juve, da tempo sulle sue tracce.

E così il 19 dicembre scorso i suoi ormai ex tifosi gli hanno tributato un'ovazione all'uscita dal campo: PSV contro Roda, l'ultima partita del loro beniamino alla Philips Arena, ora potranno incontrarlo solo da avversario. Afellay, ricordiamolo, è anche un nazionale oranje in pianta stabile: qualche anno fa preferì i tulipani al Marocco, di cui è originario, è con Van Marwijk ha fatto parte sia della spedizione europea del 2008 che della trasferta sudafricana ai Mondiali scorsi; tre presenze per lui da subentrante, in ogni modo ad oggi ha collezionato 30 gettoni con la maglia arancione dell'Olanda.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: