Is Arenas ancora a porte chiuse: Cagliari - Fiorentina senza tifosi

Ennesima delusione per i tifosi del Cagliari che speravano almeno contro la Fiorentina di poter seguire dal vivo la loro squadra del cuore. La società rossoblu aveva provato ad ottenere l'autorizzazione almeno per gli abbonati, con una capienza massima di 4999 spettatori, ma a quanto pare anche questo tentativo è destinato a rivelarsi un buco nell'acqua. Il quotidiano L'Unione Sarda spiega infatti che nemmeno sabato il Comune di Quartu aprirà l'impianto al pubblico, come già accaduto contro Torino e Sampdoria, oltre ai soliti problemi in questa circostanza ci sarebbero anche intoppi di natura burocratica e organizzativa. L'ostacolo principale risiede nella strettezza dei tempi, visto che la partita è in programma per sabato pomeriggio.

La Asl ha infatti comunicato che per "carenza di personale e ritardato preavviso" non potrà prendere parte alla riunione convocata dal Comune per domani, il parere dell'Asl è però vincolante e quindi appare scontato che non si riuscirà a trovare una soluzione per sabato. Si è espresso in questo senso anche lo stesso Comune che ha comunicato tali difficoltà e la conseguente impossibilità a giocare la partita in presenza di pubblico al Cagliari con una lettera. L'amministrazione comunale ha anche criticato la presa di posizione dell'Asl alla quale era stata comunicata, con l'invio della relativa documentazione, la convocazione di questa riunione già da ieri. L'ufficio di igiene pubblica ha ribattuto dicendo che in ogni caso per autorizzare l'ingresso ai famosi 4999 spettatori servirebbe il parere della commissione provinciale di vigilanza.

Il solito caos. Nel frattempo prosegue anche la vicenda giudiziaria legata allo sfortunato impianto, l'ultimo indagato in ordine di tempo è l'architetto Jaime Manca di Villahermosa con l'accusa di abuso edilizio in concorso con Massimo Cellino. L'uomo convocato dai giudici si è avvalso della facoltà di non rispondere, avrebbe dovuto chiarire alcuni aspetti del progetto, in particolare quelli relativi ad alcuni lavori eseguiti in difformità rispetto al progetto iniziale. Quello che è certo è che la vicenda continua a restare intricatissima, a tratti paradossale, ad essere danneggiati come al solito i tifosi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail