Balotelli gol e nostalgia di casa, vuole tornare in Italia

mario balotelli

Neanche un tripletta riesce a far tornare il sorriso a Mario Balotelli, il giovane attaccante è stato l'assoluto protagonista della sfida di ieri contro l'Aston Villa, grazie ai suoi tre gol il Manchester City ha annientato i Villans e raggiunto i cugini dello United, seppur con due partite in più, in testa alla classifica di Premier League. Nonostante ciò l'italiano non riesce ad innamorarsi della sua nuova patria e il suo pensiero è sempre rivolto all'Italia, paese lasciato senza troppa convinzione in estate.

Che il suo sogno sia quello di tornare a Milano per vestire la maglia rossonera non è un mistero per nessuno, già in passato l'ex interista ha più volte flirtato con il Diavolo e sembra non valere il detto "lontano dagli occhi, lontano dal cuore", almeno ne sono convinti i tabloid inglesi. Il Sun racconta di un Super Mario che in questi mesi non è riuscito a legare con nessun compagno, triste e sconsolato, non ha trovato feeling neanche con il clima e la cucina inglese. Secondo la stampa sportiva il giocatore vorrebbe andar via già a gennaio, ma è molto più probabile che il suo addio possa essere rinviato a giugno, soprattutto se alla corte di Mancini dovesse approdare davvero il bosniaco Edin Dzeko.

Il giocatore però non ci sta e smentisce il suo disagio, anzi si dice contento di vestire la maglia del City: "Sono felice, anche quando non sorrido. Credo che un attaccante debba segnare, è il mio lavoro, ecco perché non festeggio. Sono molto felice qui, nonostante i giornalisti in Italia dicano che voglio andare al Milan. Sto lavorando duro negli allenamenti e voglio diventare un giocatore importante per questa squadra". A conforto di queste parole anche le dichiarazioni di Mino Raiola che etichetta le rivelazioni della stampa come "cavolate".

La tripletta di Mario Balotelli
Foto (Tripletta di Balotelli) Premier League | 20esima Giornata | 28/12/2010
Foto (Tripletta di Balotelli) Premier League | 20esima Giornata | 28/12/2010
Foto (Tripletta di Balotelli) Premier League | 20esima Giornata | 28/12/2010
Foto (Tripletta di Balotelli) Premier League | 20esima Giornata | 28/12/2010


Non sono comunque invenzioni i problemi di adattamento di Super Mario, anche Roberto Mancini in questi giorni ha parlato della saudade del ragazzo definendo comunque normale per un ventenne la nostalgia per la propria casa e per la propria famiglia. L'allenatore jesino si dice convinto che col tempo questi problemi si risolveranno, il suo assistente Brian Kidd lo ha confortato in questo senso raccontandogli che gli stessi problemi di ambientamento li aveva avuti anche uno del calibro di Cristiano Ronaldo all'epoca del suo trasferimento dallo Sporting Lisbona al Manchester United.

Mancini è però sicuro che quando Balotelli avrà conosciuto e capito meglio il campionato inglese supererà tutti i suoi problemi e diventerà un giocatore determinante per le sorti del City. Per il momento si accontenta dei suoi gol, che già hanno aiutato la squadra in più di un'occasione, intanto ai giornalisti che gli chiedono che regalo vorrebbe per l'anno nuovo risponde senza esitazione: "Un sorriso da Mario, sarebbe grandioso". Chissà che il Mancio non possa vedere esaudito il suo desiderio, se accadesse sarebbe sicuramente un segnale molto incoraggiante dal momento che Balotelli, di sorrisi, ne dispensava pochissimi anche ai tempi dell'Inter.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: