Guasto all'aereo: Cavani, Gargano, Pereira e Rios in Italia solo domani?


Sarebbero dovuti rientrare oggi in Italia ed invece, salvo sorprese, lo faranno soltanto nella giornata di domani. Edinson Cavani e gli altri uruguaiani dei club italiani impegnati nelle qualificazioni al Mondiale 2014 sono rimasti bloccati in Cile perché il loro aereo ha avuto un guasto al motore. Oltre al bomber del Napoli, tra le vittime del contrattempo ci sono Rios del Palermo e Gargano e Pereira dell’Inter. I calciatori intorno alle 14 ora cilena si erano già imbarcati sull'aereo, ma sono stati invitati a scendere per il problema tecnico.
I giocatori dovrebbero partire oggi (nella notte la federazione avrebbe provato ad imbarcare Cavani e gli altri su due voli, uno per Madrid e l’altro per Francoforte) e faranno scalo a Madrid; quindi atterreranno a Roma e da lì ognuno raggiungerà la propria squadra a destinazione; per questo motivo, salvo sorprese positive o ulteriori complicazioni, i quattro arriveranno in Italia soltanto venerdì, poco più di 24 ore prima della 30esima giornata di Serie A, che disputerà tutto sabato.
Sull'aereo erano saliti anche Ramirez, ex del Bologna, ora al Southampton, e Muslera, ex portiere della Lazio, ora al Galatasaray.

Inutile negare che il più preoccupato, alla luce di questo inconveniente, è Walter Mazzarri, considerata l'importanza di Cavani nel gioco del Napoli, che domani sera affronterà il Torino in trasferta. L'allenatore toscano deve peraltro fare i conti anche con altri 7 calciatori di ritorno dalle proprie nazionali (tutti rientrati ieri), tra i quali Pandev, Campagnaro, Armero e Zuniga, che hanno disputato tutti i 90 minuti dei match internazionali in cui erano impegnati in settimana.
Non particolarmente positiva nemmeno la situazione di Andrea Stramaccioni, la cui Inter domani affronterà la Juventus, altro club italiano che dona molti suoi calciatori alle nazionali europee e sudamericane.
Infine, il Palermo sabato affronterà in trasferta la Roma cercando di dare ancora un senso ad un campionato che sembra ormai archiviato nel peggiore dei modi con la retrocessione, che però non è ancora matematica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: