Bayern-Juventus, arbitra l'inglese Clattenburg: fu accusato di insulti razzisti e poi scagionato

Sono stati designati i due direttori di gara che arbitreranno i primi due quarti di finale di Champions League. Sarà inglese la direzione arbitrale di Bayern Monaco-Juventus, quarto d'andata di Champions League in programma martedì sera all'Allianz Arena. Mark Clattenburg è stato scelto per la partita tra bianconeri e tedeschi, mentre il tedesco Wolfgang Stark arbitrerà al 'Parco dei Principi' la partita tra Paris Saint-Germain e Barcellona. Stark, fischietto 43enne, ha diretto il Barça contro Inter e Milan rispettivamente nel 2010 e lo scorso anno. Clattenburg, 38 anni, è invece un arbitro internazionale dall'inizio del 2006 ed ha diretto la finale delle ultime Olimpiadi londinesi tra Brasile e Messico.

Lo scorso 28 ottobre finì al centro di un antipatico caso: fu sospeso dalla federazione inglese in seguito all'accusa, da parte del giocatore del Chelsea Ramires, di aver rivolto una frase razzista ("Stai zitto scimmia") al nigeriano John Obi Mikel durante la partita di Premier League tra Chelsea e Manchester United. La federazione inglese aprì un'inchiesta sull'accaduto, che si concluse con nessuna sanzione per il fischietto inglese. Con una nota ufficiale, diramata nel novembre scorso, la FA dichiarava di aver "concluso una inchiesta sulla condotta del signor Clattenburg e nessuna azione disciplinare sarà intrapresa nei suoi confronti".

Intanto l'amministratore delegato del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge, ex attaccante dell'Inter, introduce la super sfida di Champions League con dichiarazioni di profondo rispetto per la Juventus. I bavaresi, nell'ultimo turno di campionato, hanno distrutto con il punteggio di 9-2 l'Amburgo, mentre la Juventus ha espugnato il campo dell'Inter:

"In Champions League non si può sbagliare niente e lo abbiamo imparato sulla nostra pelle in occasione della finale dello scorso anno. Le squadre rimaste sono tutte di un livello altissimo, a questo punto la qualificazione viene decisa spesso da alcuni fattori esterni: una giornata storta, infortuni oppure un arbitro che prende una decisione sbagliata. Con la Juve sarà una sfida difficile e aperta a tutti i risultati. E' senza dubbio una finale anticipata".

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail