Calcioscommesse, nel mirino alcune partite del Napoli


L'indagine sportiva in oggetto verte sui sospetti di combine e scommesse illecite da parte dei clan camorristici su alcune partite, in gran parte di Serie B e C, della fine del campionato 2009-2010. Ma il fascicolo aperto coinvolge anche tre partite del Napoli della stagione 2009/2010: si tratta di Napoli-Parma 2-3, Napoli-Cagliari 0-0 e Chievo-Napoli 1-2. La notizia dell'apertura di un fascicolo da parte della Giustizia sportiva era già filtrata, nei giorni scorsi, sul Mattino di Napoli.

L'interesse investigativo per il Napoli parte da una serie di telefonate sull'esclusione anomala (secondo le parole dello stesso Paolo Cannavaro e del suo procuratore Enrico Fedele) dell'attaccante austriaco in forza al Napoli, Erwin Hoffer, dalla panchina degli azzurri nella partita del 25 aprile 2010 contro il Cagliari. La spiegazione fornita da un amico di Fedele ben addentro alle cose del Napoli è: "C'è qualche inguacchio sotto".

Per Napoli-Parma (partita che costò ai partenopei l'esclusione dalla zona Champions) i carabinieri annotano di avere appreso da "fonte fiduciaria già giudicata attendibile che in occasione della partita Napoli-Parma del 10 aprile, molte persone riconducibili ai clan Lo Russo e degli Scissionisti, durante l'intervallo tra primo e secondo tempo, hanno effettuato svariate scommesse con puntate piuttosto elevate sulla vittoria del Parma". Sempre secondo la fonte, "era presente a bordo campo" il figlio di un boss del clan Lo Russo". E i carabinieri chiosano: "Non si può trascurare il fatto che effettivamente detta partita è terminata sul risultato di 2 a 3 in favore del Parma".

Il 25 aprile del 2010 gli investigatori registrano la voce dell'ex capitano della Nazionale Fabio Cannavaro, allora alla Juventus, che chiama il suo procuratore Enrico Fedele. I due parlano della prossima partita del Napoli contro il Chievo. E Fedele lascia intendere che la vittoria del Napoli dovrebbe essere cosa già fatta: "Hai capito, mo' domenica va a Chievo... e già è salvo e penso che le cose vanno in un certo modo". Cannavaro non commenta e saluta. Fedele poco dopo chiama un uomo non identificato, ben addentro alle cose del Napoli. I commenti dei due sull'esclusione dell'attaccante austriaco poi ceduto al Kaiserslautern, Erwin Hoffer, nella partita Cagliari-Napoli appena disputata insospettiscono il pm Cannavale.

Fedele: Ma perché non ha messo a Hoffer poi sulla panchina?
Uomo: Loro sostengono che... ma a noi non risulta, che Hoffer, aveva un problema fisico, ma secondo me...
Fedele: Mo' chiamo a Paoluccio...
Uomo: Eh, c'è qualche inguacchio sotto, ma comunque sappiamo che non è così...
Fedele: mo' chiamo a Paoluccio.

Poco dopo Fedele chiama il capitano del Napoli Paolo Cannavaro.
Fedele: Paoluccio, ma perché Hoffer, non è andato sulla panchina?
P. Cannavaro: Direttore, perché il mister non sa a chi deve cacciare e ha detto metto a questo che tanto non dice niente... il guaglione, hai capito?
Fedele: Non stava bene ?
P. Cannavaro: Ma non esiste proprio, ma tu tieni una punta e stai in emergenza e non porti nemmeno la punta in panchina?

Una domanda che quel giorno in tanti si sono posti e anche Hoffer che a Il Mattino dichiarò stizzito: "Sto benissimo, non sono infortunato. Perché in tribuna? Non lo so".

Nei prossimi giorni il procuratore della Figc, Stefano Palazzi, deciderà che cosa fare del fascicolo aperto su Napoli-Parma della scorsa stagione. Tuttavia i giudici non hanno ravvisato nessuna ipotesi di reato e per questo hanno passato le carte alla Figc. Adesso anche l’inchiesta sportiva dovrebbe seguire la strada dell’archiviazione.

(fonti: dagospia, il mattino, il fatto quotidiano)

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: