Il futuro è azzurro: vola anche l'Under 19.

Francesco Rocca Non solo Under 21. Il futuro del calcio azzurro, nonostante tutto, si tinge di rosa (scusate il bisticcio di colori) grazie anche alle belle prestazioni della Nazionale Under 19 di Francesco Kawasaki Rocca, alla guida degli azzurrini-ini da soli due mesi, che si è aggiudicata il prestigioso Trofeo Uefa messo in palio nel quadrangolare con i pari età austriaci (padroni di casa), inglesi e spagnoli.
Lo ha vinto dopo aver battuto l'Austria 2-1 e pareggiato con Spagna (0-0) e Inghilterra (1-1) nell’incontro decisivo del torneo. Cinque punti per l'Italia, tre per Spagna e Inghilterra, due per l'Austria: questa la classifica finale che ha consentito alla squadra di Francesco Rocca di festeggiare un successo prestigioso, essendo questa manifestazione una vetrina importante per giovani talenti, dal momento che l’Under 19 (classi 1988 e 1989) si propone come fucina per l’Under 21 del ciclo 2009-2011.
Al termine del pareggio contro l'Inghilterra (Italia in vantaggio con Lorenzo Bianchini al 12' del secondo tempo, e raggiunti solo a dieci minuti dalla fine da un calcio di rigore), Francesco Rocca ha fatto i complimenti alla squadra: «Per la verità - ha dichiarato il tecnico federale - non abbiamo giocato una grande partita, perché l'Inghilterra è comunque un avversario difficile da affrontare. Ma abbiamo giocato benissimo contro Austria e Spagna, ed è stata un'esperienza molto interessante che è servita per far crescere il livello della squadra, per mettersi a confronto con realtà diverse e importanti del calcio giovanile europeo».

Tra i convocati di Rocca spiccano i nomi Parma e Roma come società maggiormente rappresentate (tre giocatori a testa), a conferma della bontà dei rispettivi settori giovanili che stanno sfornando talenti a raffica e che possono vantare nomi eccellenti come Matteo Mandorlini, Eros Corradini e Francesco Pambianchi (Parma), Lorenzo Bianchini, Cristian Palumbo e Simone Loiodice (Roma), senza dimenticare Daniele Paponi (Parma) e Stefano Okaka (Roma), già nell’orbita delle rispettive prime squadre, esclusi dalla convocazione, ma comunque in età per la Nazionale. Da segnalare, infine, la convocazione di Michael Cia (Alto Adige) e Paltemio Barbetti (Cisco Roma), unici rappresentanti della Serie C in mezzo a tanti giocatori di A, e le belle prestazioni della punta Thomas Albanese (Siena) e del centrocampista Pietro Arcidiacono (Empoli) in gol contro l’Austria nell’unica vittoria azzurra.

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: