Il Cagliari piazza il primo colpo: preso El Kabir


Il Cagliari è ormai salvo e, nonostante non sia ancora finita la stagione, già pensa al futuro; la partenza di Matri ha posto la necessità di rimpiazzare il forte attaccante lombardo per la prossima stagione, così il duo Cellino - Marroccu hanno pensato bene di non farsi trovare impreparati durante l'estate, anticipando tutti fin da aprile. Così ora è praticamente ufficiale: l'anno prossimo al Sant'Elia e sui campi della Serie A vedremo Moestafa El Kabir, seconda punta classe '88, di origini marocchine ma cresciuto in Olanda (e con passaporto olandese).

Dopo la trafila nelle giovanili dell'Ajax, del Feyenoord e dell'Utrecht, la sua prima stagione da professionista l'ha disputata nel NEC, pur non lasciando il segno; quindi il passaggio al Mjällby, squadra svedese neo promossa in massima serie con la quale si è consacrato, divenendo molto famoso in Svezia. Sesto posto finale e dieci gol per lui, ribattezzato subito il "nuovo Zlatan" (anche per un caratterino non proprio solare), ci ha messo gli occhi sopra Cellino in prima persona, come per altro avevano fatto anche gli osservatori di Udinese, Cesena, Everton e CSKA Mosca.

Alla fine l'ha spuntata il Cagliari, con il ds Marroccu che è volato personalmente in Scandinavia per chiudere la trattativa senza troppi giri di parole, aiutato anche dagli agenti Fifa Roberto De Fanti e Alessandro Beltrami. Ma che tipo di giocatore è El Kabir? Ce lo presenta lo stesso dirigente cagliaritano:

"El Kabir è un giocatore che può ricoprire il ruolo di seconda punta, con delle caratteristiche peculiari di attacco alla profondità, senso del gol, una buona forza e resistenza. Il paragone con Ibra deriva dal fatto che in Svezia ha raggiunto un livello di popolarità quasi uguale a quello di Ibrahimovic". La trattativa? E' nata come la solita felice intuizione di Cellino che insieme a tutto lo staff ha seguito il giocatore e poi in tempi brevi è riuscito a chiudere l'operazione".

L'olandese (o marocchino che dir si voglia) arriverà in Sardegna già nei prossimi giorni, ponendo la firma su un contratto presumibilmente di cinque anni; inizialmente sarà in prestito, poi il Cagliari eserciterà il diritto di riscatto con un costo generale dell'operazione che si aggira sui 2 milioni di euro. "E' il giocatore giusto, ha le caratteristiche ideali per noi" ha detto laconicamente Cellino, che spera di aver avuto gli occhi lunghi come al solito.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: