Pubblicità con la "manita", il Real non la prende bene


Il 30 novembre 2010 è una data che i tifosi del Barcellona e del Real Madrid non dimenticheranno facilmente. Con il 5-0 rifilato al Real Madrid dell'acerrimo nemico, Josè Mourinho, i catalani annichilirono, davanti al proprio pubblico, il club della capitale spagnola. A distanza di mesi è ancora vivo il ricordo e in Catalogna hanno pensato bene di utilizzare la mano aperta che simboleggia il 5, per una campagna pubblicitaria dell' "Assistencia Sanitaria” della Catalogna (il messaggio è questo: gli stessi valori di lavoro di squadra, dedizione e solidarietà).

Units (uniti) è la parola composta con le mani di cinque calciatori del Barça e sono Carles Puyol, Xavi Hernández, Víctor Valdes, Sergio Busquets e David Villa. Compare, in questi giorni, sugli autobus della regione e sui cartelloni pubblicitari. Lo schiaffo pubblicitario è arrivato a destinazione e ha fatto innervosire gli ambienti madrileni. Guardiola ha difeso i suoi: «I miei calciatori non volevano offendere nessuno, la scelta è stata fatta da un’agenzia di pubblicità». Il Barcellona, infatti, una volta l’anno autorizza alcuni suoi calciatori a partecipare a una campagna pubblicitaria per fini sociali o di solidarità.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: