Panchina di Ancelotti a rischio, Lippi si candida alla successione


All'indomani dell'eliminazione del suo Chelsea dai quarti di finale di Champions League ad opera del Manchester United, la stampa inglese considera sempre più a rischio la panchina di Carlo Ancelotti. Praticamente unanime il coro dei maggiori quotidiani albionici con il Guardian che titola "Ancelotti a pezzi dopo che la sua squadra ha fallito di nuovo", mentre il Daily Telegraph punta il dito contro la sua decisione di aver schierato dal primo minuto uno spento Fernando Torres invece del più in forma Didier Drogba: "Non ha funzionato, perchè ha disputato un'altra deludente gara nella sua breve avventura al Chelsea, assomigliando sempre più all'Andrey Shevchenko di Jose Mourinho. Un uomo del padrone, non dell'allenatore."

Stessa critica da parte del Daily Mail che sentenzia: "Che confusione allo Stamford Bridge. Solo Ancelotti può spiegare perchè ha schierato Torres e se questa scelta ha qualcosa a che fare con l'enorme pressione subita dal proprietario del club." Lapidario il Sun: "Stagione finita per il Chelsea. United in semifinale a spese di Ancelotti?" Per la prossima stagione si comincia intanto a fare il nome dell'ex c.t. azzurro, Marcello Lippi, il quale proprio ieri ha dichiarato a proposito del suo futuro:

"Allenare mi manca, questo è normale. I miei sono stati anni intensi, gratificanti, ci sono state anche delle delusioni, ma questo è assolutamente normale, non si può sempre vincere. Sotto questo profilo non posso che ritenermi soddisfatto, ma la voglia di svolgere il mio lavoro ancora c'è. Mi piacerebbe molto allenare in Premier League. Il Chelsea? Mi piacerebbe allenarlo, la Premier League mi affascina molto. Ma anche guidare una Nazionale non sarebbe male."

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: