Clamoroso a Brescia: Corioni annuncia il suo addio

gino corioni

Annuncio choc in diretta tv per i tifosi del Brescia: il presidente di lungo corso Gino Corioni lascia le rondinelle, almeno questa è la sua intenzione. Il patron bresciano, intervenuto alla trasmissione "Parole di calcio" dell'emittente locale Teletutto, ha stupito tutti i presenti con questa dichiarazione inaspettata: "La mia avventura a Brescia è giunta al capolinea, sia che la squadra si salvi sia che retroceda in B". Non è la prima volta che pronuncia parole del genere, ma la sensazione è che in questa circostanza siano più ponderate e per questo da tenere in seria considerazione.

Corioni ha poi spiegato le ragioni che lo hanno portato a questa sofferta ma inevitabile decisione: "Ho sempre voluto farmi da parte, adesso è diverso: devo farlo. Brescia è diventata troppo grande per un presidente così piccolo. Ed è il momento che i bresciani e le istituzioni si facciano avanti. Non ho detto che darò le chiavi della società al sindaco, dico solo che non posso più andare avanti né in serie A, né in serie B". La sua avventura a Brescia si concluderebbe così dopo 20 anni comunque ricchi di soddisfazioni, era subentrato a Cremonesi nel lontano 1992 dopo un'altra fortunata esperienza a Bologna.

Il presidente del Brescia però non molla la presa rispetto a quello che è il campionato in corso e sprona la squadra a dare il meglio in questo sprint finale, a partire dal prossimo, difficilissimo, impegno con il Milan: "Ciò che comunque conta è credere fino alla fine alla salvezza, ce la possiamo ancora fare. A patto di avere un po' di fortuna e magari di rischiare qualcosa in più. Ai tifosi chiedo di sostenerci sabato con il Milan fino all'ultimo, anche se fossimo sotto nel punteggio. Alla squadra però chiedo di vincere contro i rossoneri". Bisognerà ancora aspettare qualche settimana per capire se Corioni darà seguito ai suoi propositi, nel frattempo la sua squadra dovrà provare a centrare la salvezza anche per facilitare l'ingresso di eventuali nuovi investitori.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: