Pazzini: "Lo scudetto? Lo abbiamo perso nel girone di andata"


Lui non c'era nel girone di andata. Per Giampaolo Pazzini lo scudetto dell'Inter, non ancora aritmeticamente perso, è stato gettato alle ortiche nel girone di andata. Dai microfoni di Inter Channel le parole dell'attaccante nerazzurro:

"Credo che questo gruppo abbia fatto tanto per tornare in corsa. Da gennaio in poi dovevamo vincere tutte le partite, anche su campi difficili, abbiamo fatto un grande lavoro e quando avremmo dovuto essere al top siamo invece vistosamente calati. Si vedeva già nella partita con il Lecce, nella quale abbiamo vinto ma facendo fatica, poi ci sono state gli impegni con le nazionali. Non direi che abbiamo staccato la spina, ma credo non ci sia stato il tempo per recuperare, poi abbiamo avuto quelle due partite di seguito (ndr.:Milan e Schalke 04) che ci hanno rovinato. Parlando con i compagni ci siamo chiesti dove si è perso ma, secondo me, il motivo non sta nei vari pranzi o cene, ma più che altro nel girone di andata: facendo pochi calcoli, abbiamo visto come su 8, 9 partite abbiamo fatto 8 o 9 punti su 24 o 27 disponibili".

Il Pazzo e le differenze tra le partite giocate in casa al Marassi e quelle a San Siro: "Una delle grandi differenze che ho trovato rispetto a quando vestivo la maglia blucerchiata è che tutte le squadre che arrivano a giocare al 'Meazza' pensano soprattutto a difendersi, quindi è difficile per l'Inter costruire, trovare spazi e tutto si complica. Questo è un aspetto che io stesso dovrò migliorare nel mio gioco". E la sua voglia di vincere la Coppa Italia: "Io ancora non ho vinto niente, anche se dopo la mia doppietta alla Roma nel campionato scorso (ndr.: Roma-Sampdoria, 1-2, 25 aprile 2010), dico sempre che un pezzettino di rosso nello scudetto dell'Inter, ce l'ho messo io. Ora, però, voglio vincere con questa maglia e spero di iniziare con la Coppa Italia".

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: