De Laurentiis: "Per Hamsik 100 milioni o 50 più Pato"


Il Corriere dello Sport ha intervistato in esclusiva Aurelio De Laurentiis. Il patron del Napoli ha praticamente chiuso tutte le porte ad un' ipotetica cessione di Marek Hamsik fissando una cifra di partenza altissima per un'eventuale trattativa. Il presidente partenopeo, però, mette l'Inter in cima alla lista del diritto di prelazione per lo slovacco:


"Hamsik non è sul mercato, l’ho detto e lo ripeto. Se poi volete una cifra, allora vi ac­contento: viste le valutazioni che sento in giro, valutato il calciatore, allora dico che per prendersi Hamsik si può cominciare a discutere partendo da 100 milioni. Poi ma­gari uno si siede e trova un punto d’incon­tro: ma per cominciare a chiacchierare, ci vogliono cento milioni di euro".

De Laurentiis si lascia andare ad una promessa per Moratti:

"Io non faccio il mercante e dunque non vendo Hamsik, ragiono in fun­zione del Napoli, tant’è vero che cerco già il nuovo Marek, il nuovo Lavezzi. E poi, posso confessare una cosa: chi mi ha chie­sto dello slovacco è stato Moratti, tre anni fa, con rispetto e signorilità. Gli risposi che il calciatore non era sul mercato. Me lo ha chiesto di nuovo due mesi fa, sempre con stile: Aurelio, è vero che stavolta si può trattare Hamsik? Ho detto ancora di no. Ma ho anche aggiunto che il suo atteggiamen­to m’aveva colpito ed ho promesso - nel ca­so in cui dovessero cambiare gli scenari ­un diritto di prelazione all’Inter. La chiami opzione morale, la chiami come vuole lei: ma perché accada qualcosa, bisogna che ci siano nuove condizioni. Hamsik non si ven­de".

E il Milan?

"Con Galliani sono stato chiaro, altro che quaranta milioni, come sento dire in giro: ce ne vogliono 100. Oppure Pato e 50 milioni. Poi Massimo Moratti me lo ha chiesto già due volte. I nerazzurri, se lo volessi cedere, avrebbero un'opzione morale. Ora però non ci sono le condizioni per venderlo".

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: