Ora sotto con il Milan!

E' andata come previsto. L' Inter ha spinto fin da subito sull' acceleratore e in meno di un quarto d'ora aveva già fatto due gol e preso un palo. Il Livorno non è mai entrato in partita, se non per il minuto che è trascorso dal gol di Lucarelli a quello di Ibrahmovic che si è finalmente sbloccato.
Da San Siro tante belle cartoline spedite agli avversari. C'è il volto sorridente di Roberto Mancini che anche in una giornata tranquilla riesce ad arrabbiarsi con la difesa per la disattenzione collettiva e con lo svedese troppo lezioso, per poi finire a scherzare con lo stesso giocatore dopo il gol. C'è tutta la carriera di Recoba concentrata in meno di un tempo: assist deliziosi, bombe dalla distanza e infortunio muscolare. C'è il professor Julio Cruz che ripete la lezione del perfetto centravanti del Duemila: continuo, elegante, utile e soprattutto goleador.C'è Luis Figo che ricorda a tutti perchè lui ha vinto meritatamente un Pallone d' Oro.
C'è la inusuale stabilità di ( alto ) rendimento di Deki Stankovic, che sembra finalmente aver raggiunto la maturità per esprimere tutto il suo ( grande ) potenziale. C'è pure l' aeroplanino di Marco Materazzi, tornato al gol come ai tempi del Mondiale, probabilmente ancora gasato dall' incontro con il suo idolo Michael Jordan.
Tra tante espressioni sorridenti c'è anche quella di Adriano: non a Milano ma a Rio de Janeiro. Anche questa in fondo è una cartolina significativa.
Sabato sera appuntamento con la stracittadina nel ruolo di...sfavoriti. Sì perchè tradizionalmente nelle sfide cittadine il pronostico si ribalta e quindi è chi sta messo peggio, quindi il Milan, che in pochissime ore potrebbe vedere dimezzato il divario dall' Inter.
Il derby e l' arbitrato sono ghiotte occasioni per i rossoneri per poter tornare rapidamente in corsa nella lotta scudetto della quale fino ad ora sono stati illustri spettatori.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: