Anche Zeman è d'accordo: "Lo scudetto 2006 va revocato"


A margine della presentazione della nuova maglia e del nuovo sponsor tecnico del Pescara, che l'ex tecnico di Lazio e Roma guiderà quest'anno in serie B, Zdenek Zeman ha commentato la recente sentenza del Procuratore Federale, Stefano Palazzi, che nonostante la non punibilità dell'Inter per avvenuta prescrizione potrebbe costare ai nerazzurri lo scudetto 2006. Il tecnico degli abruzzesi, da sempre autonominatosi "moralizzatore" del calcio italiano, ha detto di essere d'accordo con l'eventuale revoca del titolo a suo tempo assegnato ai milanesi a tavolino dal comitato di "saggi" nominato dall'allora presidente pro tempore della Federcalcio, Guido Rossi. Queste le sue parole:

"Credo che sia giusto revocarlo. Sono i fatti a dirlo. Io non conosco le ultime intercettazioni, ma credo che questo passo andrebbe fatto, anche perchè secondo me diverse società avrebbero titolo a rivendicarlo. In quell'anno ci furono diversi episodi eclatanti. Facchetti è stata una grande figura del calcio italiano. Ci sono però alcune intercettazioni che ho letto sui giornali che dicono che probabilmente qualcosa c'è stato. Non sono io a dover giudicare, ma probabilmente sarebbe giusto per il bene del calcio e dei diretti protagonisti fare chiarezza una volta per tutte".

Il boemo ha poi detto la sua anche sul recente scandalo del Calcioscommesse:

"Credo che quello delle scommesse sia un problema antico del calcio italiano. Oggi non scopriamo nulla di nuovo. Mi auguro solo che venga fuori la verità per il bene di questo sport e di tante persone pulite che lavorano nel calcio. Dimostrare certe cose non è facile, ma se c'è qualcuno che ha sbagliato è giusto che paghi".

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: